• 17-07-2019

    “Aggiungi un posto a tavola”: porte aperte all’integrazione

    Il Centro diurno “Le Tamerici” di Latina, gestito da OSA, protagonista di un nuovo evento di animazione territoriale

    Attività in un laboratorio creativo integrato al Centro diurno

    Venerdì 19 luglio 2019 a partire dalle ore 19:30 si terrà la seconda edizione di “Aggiungi un posto a tavola”, la serata dedicata agli ospiti del Centro diurno del Comune di Latina “Le Tamerici” con le loro famiglie, gli operatori socio-educativi, la rete dell’associazionismo e del volontariato e la comunità di Borgo Sabotino. L’appuntamento è presso la sede del Centro gestito dalla Cooperativa OSA, in via Casilina n° 1.

    Il programma prevede una cena con musica e balli sotto le stelle estive. Per l’occasione gli ospiti del Centro allestiranno l’ampio e accogliente parco che circonda la struttura con una lunga tavolata, addobbi floreali e teli colorati. Gli invitati potranno inoltre godere delle magiche note del violino del maestro Lukas Hoti.

    Un ricco buffet, alla cui preparazione contribuiranno le famiglie della zona, allieterà tutti i partecipanti fino a sera inoltrata. Per l’occasione verrà anche distribuito il primo numero del giornalino realizzato dagli ospiti del Centro diurno. Si tratta del risultato del laboratorio di lettura dei quotidiani “Vengo dopo il TG” ed è volto a migliorare l’autonomia e a sviluppare le capacità di comprensione e apprendimento della realtà.

    Coinvolta la rete di solidarietà del territorio pontino nel quale si trova il Centro diurno. Numerosi abitanti di Borgo Sabotino e del Lido di Latina parteciperanno attivamente all’evento, collaborando alla realizzazione del buffet e delle attività di animazione previste. Una serata all’insegna dello spirito di integrazione e collaborazione offerta anche dalla Protezione Civile locale che, in maniera volontaria, contribuirà a offrire un servizio di impianto di illuminazione per l’area verde della struttura.

    “Una bellissima iniziativa”, osserva Patrizia Ciccarelli, assessora al Welfare del Comune di Latina, “che si aggiunge alle tante organizzate dai nostri tre Centri diurni in questi mesi. Numerosi gli eventi, tutti differenti tra loro ma uniti da un comune denominatore: quello dell’apertura al territorio, alla promozione di una fitta rete di collaborazioni con il mondo dell’associazionismo e alla creazione di una comunità inclusiva che non lasci nessuno solo”.

    “Questo evento”, aggiunge la dottoressa Rosaria Donatiello, coordinatrice OSA del Centro ‘Le Tamerici’, “rappresenta per tutti noi sia un’ulteriore opportunità di apertura verso il contesto territoriale in cui si è inseriti sia un’occasione conviviale per ritrovarsi e incontrarsi, scambiare esperienze ed emozioni e scoprire come sia contagioso per tutti stare insieme e condividere la vitalità e l’entusiasmo degli assistiti”.

    Aderiscono all’iniziativa numerose associazioni ed enti, tra cui SolidArte, Asinochilegge - Fattoria sociale, Comitato parrocchiale della Chiesa del “Sacratissimo Cuore di Gesù” di Borgo Sabotino, Osservatorio Volontariato del Comune di Latina, il Camping “Il Sandalo”, la Fondazione Fibrosi Cistica - delegazione di Latina.