• 8 febbraio 2017

    'Sport in cammino', protagonista anche la CRAP OSA San Cristofaro

    Bonifacio, fisioterapista della Cooperativa: "L'obiettivo è favorire il miglioramento psico-fisico degli utenti"

    Gli utenti di CRAP OSA San Cristofaro partecipano a 'Sport in cammino'

    Anna, Grazia Pia e Mario sono gli ospiti della CRAP San Cristofaro di San Nicandro Garganico gestita dalla Cooperativa OSA che hanno aderito al progetto regionale ‘Sport in cammino’.
     

    Ogni martedì e venerdì si recano, insieme al fisioterapista di OSA Bonifacio Gravina, presso la palestra ‘Arte in Movimento’ di Moffa Nazario seguiti dagli istruttori.
     

    “Il progetto - ci spiega Bonifacio - è stato promosso da Regione Puglia, CONI regionale e Federazione Medico Sportiva Italiana (FMSI). L’obiettivo è quello di favorire il miglioramento dello stile di vita della popolazione ed è, indubbiamente, un intervento innovativo per ridurre, nel medio]lungo termine, i costi della spesa sanitaria. Gli effetti positivi dell’attività motoria sulla salute delle persone sono noti da tempo, purché la pratica sportiva sia costante e controllata. Nel caso specifico dei nostri utenti, sono tanti i benefici che possono trarne e non solo fisici. È un modo per facilitare l’integrazione con altre persone, per farli uscire fuori dalla struttura e per imparare cose nuove”.
     

    ‘Sport in cammino’ si propone di realizzare programmi integrati per la salute svolgendo attività motoria in 100 centri socio]sportivi in altrettante città della Puglia e coinvolgendo 4.000 utenti (40 per ogni centro sportivo) partecipando gratuitamente a questo percorso sportivo, culturale, sociale e didattico.
     

    “In ciascun Centro sportivo polivalente individuato come sede del progetto - prosegue il fisioterapista OSA - il medico dello sport effettua la valutazione medica del soggetto e prescrive l’attività fisica adattata. Successivamente, ciascun utente viene affidato a un esperto istruttore (laureato in Scienze Motorie) che organizza, in gruppi omogenei, l’attività motoria in palestra o in piscina e attraverso i “gruppi di cammino” itinerari predeterminati e funzionali alle rispettive condizioni fisiche. Inoltre l’istruttore, sulla base delle indicazioni del medico dello sport indica un’attività motoria che ciascun utente]paziente può svolgere autonomamente e quotidianamente. Infine l’istruttore fornisce anche consigli alimentari ovvero suggerimenti per il miglioramento della postura o altre indicazioni utili a perseguire il benessere psico]fisico dei partecipanti”.