• 26 ottobre 2018

    'Villa Bianca è casa mia e di mia moglie Dina. Qui siamo felici'

    Nella edizione di OSA in 90'', il signor Angelo racconta la sua nuova vita nella RSSA di Mesagne gestita da OSA

    La quarta edizione di OSA in 90’’ racconta, all’interno della nuova rubrica ‘Il punto di vista’, cosa significa vivere nella Residenza per anziani Villa Bianca gestita dalla Cooperativa OSA a Mesagne; condividere gli spazi con altri ospiti ma soprattutto ritrovare un ambiente famigliare dove sentirsi a casa e poter coltivare i propri interessi.

     

    Nel primo servizio, abbiamo raccolto la testimonianza dell’educatrice Francesca che ci spiega che, soprattutto all’inizio, “non è facile vivere lontano dalla propria casa. Ma a Villa Bianca i nostri ospiti trovano davvero una nuova casa dove trascorrere con serenità le giornate, mantenendo le proprie abitudini. Spesso gli anziani che vivono in casa soffrono la solitudine. Qui, invece, sono sempre in compagnia. Ovviamente capita che si sentano soli ma il nostro lavoro è proprio quello di capirli, ascoltarli e farli stare bene, stimolando anche i loro interessi”.

     

    Qui a Villa Bianca, infatti, ognuno trascorre le giornate condividendo momenti insieme agli operatori OSA e agli altri ospiti durante i pasti, le feste, le attività ricreative e le gite fuori porta ma si possono coltivare i propri interessi, ritagliandosi del tempo per sé. C’è chi ama cucire, chi fare lunghe passeggiate, chi giocare a carte, chi scrivere, chi guardare i film. Il signor Angelo Iurlaro, il protagonista del secondo servizio, ama leggere i giornali e lo fa nell’intimità della sua stanza, dove gli operatori prima di entrare bussano.

     

    “Questa è la casa mia e di mia moglie - afferma il signor Angelo - Questa è la famiglia nuova che ci siamo creati per continuare a sperare, per continuare a esistere. Abbiamo la giornata piena, perché siamo circondati da tanta gente che lavora per noi, non solo lavora ma credo che si offre a noi. Ed è la cosa più importante”.