• 11-03-2019

    A Bellagio, storia e celebrazione della donna

    Ospiti e operatori della RSA OSA ricordano il significato dell’8 marzo

    In occasione della festa della donna, lo scorso venerdì 8 Marzo alla Residenza Bellagio si è svolta un’intera giornata all’insegna della celebrazione e della storia.

    Nel corso della mattinata, infatti, le animatrici OSA della Residenza hanno mostrato agli ospiti una lunga presentazione in PowerPoint sulle origini della festa e, soprattutto, sulla storia del ruolo sociale e delle conquiste femminili nel corso del ‘900. Si è sottolineato come, in quasi tutti i Paesi, la donna fosse considerata economicamente, civilmente e persino giuridicamente “inferiore” all’uomo, e come questo le precludesse una serie di possibilità oggi scontate, come costruirsi una propria vita sociale, votare, avere una carriera lavorativa, addirittura andare a ballare da sola, senza dover essere accompagnata o “autorizzata” da un componente maschile della propria famiglia. La donna, hanno ribadito le animatrici, ricopriva per lo più il ruolo di “madre di famiglia” e di responsabile delle faccende domestiche.

    Tutti gli ospiti hanno, dopo la presentazione, preso parte al dibattito che ne è conseguito, ciascuno esprimendo la propria posizione e portando la propria testimonianza (le ospiti in particolare). Si è evidenziato, da parte delle residenti, come ancora oggi i passi da fare siano molti, specialmente nei Paesi in via di sviluppo, dove la condizione della donna è ancora lontana da un’effettiva libertà e autonomia.

    Nel pomeriggio, dopo pranzo, la giornata ha preso una piega più “celebrativa”: c’è stata una piccola festa dove a tutti è stata distribuita una fetta di torta mimosa, e le animatrici hanno letto importanti poesie dedicate alla donna. A ciascuna ospite (così come a tutte le lavoratrici della struttura) è stato offerto un ramo di mimosa, mentre, dettaglio importante, in sala spiccavano i vivaci addobbi floreali, tutti rigorosamente di colore giallo, il colore simbolo della festa della donna.

     “È stata una giornata molto bella”, racconta Carmelina Madeo, coordinatrice della équipe di animazione della Residenza Bellagio, “in cui non solo si è celebrata la memoria della donna, ma si è anche festeggiato in onore delle conquiste ottenute e di quelle da ottenere. Tutti gli ospiti, uomini e donne, si sono sentiti coinvolti allo stesso modo, e questo è importante, nonostante le nostre ospiti, ovviamente, abbiano vissuto in prima persona molte delle condizioni illustrate dalle animatrici. Abbiamo potuto festeggiare la donna universalmente, tutti insieme e al di là dell’età”.