• 14 Ottobre 2014

    A Formia un sentiero escursionistico per persone diversamente abili

    Il progetto, interamente finanziato dalla Regione Lazio, stato realizzato dal Club Alpino Italiano (Cai)

    A Formia un sentiero escursionistico per persone diversamente abili

    Un sentiero escursionistico pensato per persone diversamente abili. Lo ha realizzato il Club alpino italiano (Cai) insieme alla Regione Lazio. Si chiama LH, si trova nello splendido Parco Riviera di Ulisse a Gianola di Formia, ed è stato inaugurato a ottobre.

    Due i percorsi possibili. Una delle parti di LH (LH14) è strutturata appositamente per persone con ridotta capacità motoria e prevede l'utilizzo di ausili speciali (carrozzine da montagna) per il superamento di ostacoli, oltre che la presenza di accompagnatori qualificati del Cai. L’altra via percorribile (LHT15), invece, è dedicata a persone non vedenti ed è provvisto di tabelle in braille e corrimano in legno che aiutano l’orientamento (anche in questo caso è prevista la presenza di un accompagnatore).

    Si tratta del primo dei diciassette sentieri escursionistici che saranno resi accessibili a persone diversamente abili. Il Progetto, nato nel 2009, ha come scopo l’adeguamento dei percorsi in territorio regionale con alta valenza naturalistico-paesaggistica, montano e non, i quali saranno resi accessibili a persone diversamente abili.

    Il sentiero nel Parco della Riviera di Ulisse attraversa le aree protette del Parco di Monte Orlando e del Parco di Gianola e Monte di Scauri. Nello specifico LH14 inizia dalla località Forcella di Fraile (1190 metri) e raggiunge i 1252 metri della vetta della Cima del Redentore, tra i monti Aurunci. LHT15 è invece un percorso circolare, chiamato anche Anello del Porticciolo, che attraversa il quartiere Gianola e arriva fino al confine con la vicina cittadina di Minturno.