• 24 giugno 2019

    A Latina la pre-Assemblea dei soci del servizio ADI

    All'Hotel Europa un importante momento di condivisione e confronto in previsione dell'Assemblea Generale di OSA

    Un momento della pre-Assemblea ADI a Latina

    I soci OSA che lavorano nel servizio di Assistenza Domiciliare del Comune di Latina si sono ritrovati questo pomeriggio presso l'Hotel Europa per partecipare alla pre-Assemblea a loro riservata. L'incontro ha costituito, al pari degli altri appuntamenti assembleari sul territorio, un importante momento di condivisione e confronto in previsione dell'Assemblea Generale del prossimo 27 Giugno a Roma.

     

    Ad aprire i lavori è stato Mauro D'Orazio, responsabile della Divisione ADI, che ha illustrato ai soci i numeri del bilancio d'esercizio al 31 Dicembre 2018. OSA, come avviene ormai stabilmente da anni, ha confermato il proprio trend positivo di crescita, aumentando i numeri legati al fatturato, agli assistiti e ai lavoratori. “Nel complesso OSA ha fatturato circa 114 milioni di euro, con un incremento di 8 milioni rispetto al 2017 - ha detto nel corso della sua relazione D'Orazio - e ha realizzato un Valore Aggiunto Globale pari a 85,8 milioni di euro. Sono dati incoraggianti che confermano il nostro percorso di crescita. In media ognuno dei 3.551 lavoratori di OSA ha prodotto oltre 32 mila euro e, in proporzione, è come se ognuno di noi si prendesse cura di 13 delle 44 mila persone che assistiamo in Italia. Una notizia positiva è che quest’anno finalmente sarà possibile devolvere i dividendi ai soci accantonati negli ultimi 11 anni. Quasi 1,3 milioni di euro potranno quindi essere suddivisi ai soci comprensivi di interessi arretrati”.

     

    D'Orazio ha poi parlato delle prospettive future che attendono la Cooperativa. In particolare il progetto di Ricerca e Sviluppo ASD (Assistenza Soggetti Deboli) per cui OSA ha investito 1,6 milioni di euro e Gemelli a Casa, neonata società costituita dalla Cooperativa e dal Policlinico Agostino Gemelli per offrire assistenza domiciliare in regime privato. “Aver costituito con il Policlinico Gemelli una società al 50% conferisce un'ulteriore legittimazione alla Cooperativa nell'ambito del trasferimento del know how in ambito domiciliare”, ha affermato ancora il responsabile della Divisione ADI, che parlando dei servizi di assistenza domiciliare gestiti da OSA ha evidenziato come “l'ADI con oltre un milione e seicentomila accessi effettuati, dimostra sempre di più la propria capacità di generare lavoro”.

     

    Prima della conclusione dei lavori si è svolto lo spoglio del premio Vittorio Crisponi, il riconoscimento che la Cooperativa OSA ha istituito ormai da 11 anni in memoria del direttore della Residenza Bellagio. Il premio viene conferito ai soci che si sono particolarmente distinti per l'impegno e la dedizione nel loro lavoro quotidiano. Due le vincitrici, entrambe votate dai loro colleghi: Patrizia Punzo, coordinatrice infermieristica e Francesca Mastroianni, infermiera del servizio ADI.