• 11-04-2019

    Alla CRAP San Cristofaro si allevano pulcini speciali

    Gli ospiti nella comunità riabilitativa assistenziale di San Nicandro stanno preparando i regali per Pasqua da donare a familiari e amici

    I quattordici ospiti della CRAP San Cristofaro di San Nicandro Garganico, in provincia di Foggia, sono impegnati in questi giorni a preparare “i lavoretti” per chi andrà a trovarli in occasione della Pasqua. Assistenti sociali e ospiti stanno creando i doni da regalare a parenti e amici che arriveranno nella CRAP per partecipare al precetto pasquale. Una attività manuale finalizzata alla riabilitazione psichica di ogni ospite e che produce nell’immediato una maggiore socializzazione tra tutti i protagonisti della Comunità.

    Quest’anno il programma del laboratorio prevede la realizzazione di teneri pulcini, abbelliti con piume e altri oggetti particolari. Successivamente i pulcini saranno alloggiati insieme a gustose piccole uova di cioccolato in alcuni vasetti per diventare simpatici centrotavola. Il tutto consegnato in brillanti confezioni regalo.

    “Le attività e i laboratori che gli ospiti realizzano insieme agli operatori nascono da un importante lavoro di progettazione pensato sia per gruppi che per il singolo individuo”. Spiega così Giuseppe Ferrandino, coordinatore OSA della CRAP San Cristofaro a San Nicandro Garganico, l’importanza di coinvolgere, sia all’interno che all’esterno della struttura, gli ospiti con iniziative stimolanti e nuove.

    “In occasione di questo progetto un nostro assistito, piuttosto giovane”, racconta Ferrandino, “stimolato dalle attività che eseguiva, ha voluto raccontare alcuni suoi ricordi di infanzia, quando a scuola si impegnava a preparare i regali da portare ai propri genitori. Per i nostri ragazzi esprimere i propri sentimenti, il proprio vissuto e condividerli con gli altri rappresenta un piccolo ma significativo traguardo verso il recupero delle abilità fisiche e delle capacità cognitive e relazionali. È stato questo un momento molto emozionante che ha coinvolto tutti”.