• 19 giugno 2017

    Alla RSSA Mesagne divertimento e sorrisi con il Centro Estivo

    L'iniziativa, partita lo scorso 12 giugno, coinvolge tanti bambini e gli ospiti di Casa Melissa e Villa Bianca

    Alla RSSA Mesagne  partito il centro estivo con i bambini, gli ospiti e gli operatori

    È partita lo scorso 12 giugno la seconda edizione del centro estivo “La Fattoria della felicità... tra arte e natura”, promosso dalla Cooperativa OSA, in collaborazione con l'Associazione Sportiva Dilettantistica Demetra, e “Casa Valentina”, e organizzato presso la Residenza Mesagne. L'iniziativa coinvolge bambini e ragazzi con un'età compresa tra i 5 e i 14 anni e gli ospiti delle strutture promotrici. I piccoli partecipanti si stanno divertendo moltissimo nelle tante attività ludico-ricreative previste dal programma. Un'occasione tutta da vivere insieme ai ragazzi di Casa Melissa e di Casa Valentina, ai nonni di Villa Bianca, allo staff dell'Asd Demetra e agli operatori della RSSA Mesagne.

     

    “La prima settimana del centro estivo è stata piena di esperienze, emozioni e momento per fare nuove amicizie – si legge sul sito dell'Asd Demetra -. La prima giornata è stata una festa bellissima, con musica e percussioni, danze, giochi, conoscenza con uno stupendo cane veramente tenero e ubbidiente, le creazioni artistiche con palloni dolci e gelati. Nei giorni successivi tanti laboratori, di disegno, riciclo creativo, di agricoltura cucina. La fantastica giornata in piscina ha ristorato tutti i piccoli partecipanti al centro e anche i grandi, con giochi d’acqua, musica”. Tanti dunque gli appuntamenti in programma, come la visita alla struttura di “Casa Valentina” in contrada La Tagliata, a Mesagne, organizzata lo scorso 15 giugno a cui hanno partecipato un gruppo di ospiti, operatori e bambini.

     

    “Nella pineta, al riparo dai raggi del sole, tutti si sono divertiti in una interessante caccia al tesoro – scrivono dalla RSSA Mesagne sulla pagina Facebook della struttura - poi la raccolta delle pigne, che sono servite per costruire uno spaventapasseri, e quindi a giocare con i colori per realizzare un simpatico parta-foto. I ragazzi e gli ospiti si sono dilettanti anche in un laboratorio di cucina. Insieme alle nonne del gruppo, mettendo le mani in pasta, hanno realizzato dei buonissimi gnocchi. Solidarietà, socializzazione e arricchimento culturale sono stati gli obiettivi che hanno mosso ogni attività”.