• 03-07-2019

    Argento agli Europei per Kristian di OSA-I ragazzi di Panormus

    Il giovane palermitano protagonista in Finlandia con gli azzurrini del basket paralimpico: un’esperienza incredibile

    Kristian con la medaglia d'argento vinta agli European Para Youth Games 2019

    Proseguono le soddisfazioni per il team dei Ragazzi di Panormus, la squadra di basket in carrozzina che grazie alla sponsorizzazione della Cooperativa OSA partecipa al campionato italiano FIPIC.

    Kristian Gandolfo, 15 anni originario di Palermo, pedina del team OSA, ha partecipato con la selezione azzurra di basket under 22 agli ‘European Para Youth Games’, che si sono svolti a Pajulathi in Finlandia dal 25 al 30 giugno 2019.

    Gli azzurrini, tutti alla prima esperienza internazionale di questo livello, hanno portato a casa la medaglia d’argento, grazie ai successi con Irlanda (50-37), Finlandia (63-11), Portogallo (51-26) e cedendo soltanto alla “corazzata” del torneo, la Francia, che li ha sconfitti due volte all’esordio (78-24) e nettamente in finale per 95 a 28.

    Tuttavia con questo ottimo secondo posto l’Under del basket paraolimpico ha contribuito a fare della spedizione italiana la più medagliata di tutte le cinque edizioni precedenti della Kermesse europea, che ha portato in Finlandia cinquantotto giovanissimi atleti tra i 13 e i 23 anni a rappresentare il nostro Paese in 8 discipline sportive: atletica, nuoto, tennistavolo, boccia, goalball, judo, showdown e appunto basket in carrozzina.

    Kristian ha cominciato a praticare il basket in carrozzina solo 2 anni fa, partecipando al ‘Candido Junior Campus’, organizzato nel capoluogo siciliano dalle federazioni Fipic e Finp con il Comitato Italiano Paralimpico.

    Nella stagione 2018-2019 ha esordito in una competizione nazionale con ‘OSA-I ragazzi di Panormus’ partecipando sia al campionato di serie B che a quello giovanile. Nel campionato giovanile la compagine palermitana, che esordiva in un torneo nazionale, ha ottenuto uno straordinario secondo posto in classifica. Proprio in questa occasione è stato notato dai tecnici federali ed è giunta per lui la convocazione in nazionale per i giochi europei.

    In un solo anno Kristian ha potuto sperimentale, grazie al suo impegno e alla sua forza, la gioia straordinaria di un doppio esordio: in campionato e in maglia azzurra, coronati entrambi anche dal successo agonistico.

    “Per la mia età – ci racconta Kristian – partecipare ad un evento di questo livello è un’esperienza incredibile. Io sono il più giovane della squadra. Potete immaginare quanta emozione ha significato per me indossare la maglia azzurra a quindici anni con il tricolore cucito sul petto. Non è una opportunità che capita a tutti. Mi sento molto fortunato. Ho visitato luoghi nuovi e diversi e ho avuto modo di incontrare persone straordinarie, con le quali ho potuto confrontarmi e scambiare emozioni. Quando per la prima volta il coach mi ha fatto segno di entrare in campo avevo l’adrenalina a mille, mi sentivo raggelare il sangue. Poi grazie ai compagni e all’incitamento del pubblico mi sono sbloccato. Le emozioni e le sensazioni che ho provato quel giorno difficilmente le dimenticherò.”

    “Siamo felici di aver contribuito con il nostro sostegno all’affermazione di Kristian e di altri giovani ragazzi che grazie allo sport e alle suoi benefici riabilitativi riescono a migliorare la propria condizione fisica, integrandosi socialmente e ottenendo grandi successi nella vita. La medaglia d’argento di Kristian è una ciliegina sulla torta dell’impegno OSA”, commenta Gian Luca Biffa, responsabile OSA del progetto legato ai Ragazzi di Panormus.