• 13 febbraio 2020

    Bellagio, la RSA incontra i familiari e il territorio

    La Residenza, gestita dalla Cooperativa OSA, apre le porte il prossimo 15 febbraio

    Il prossimo 15 febbraio la RSA Bellagio aprirà le porte ai familiari degli ospiti e al territorio

    Avverrà sabato 15 febbraio, alle ore 11.00, presso la sala polifunzionale, l'incontro dell'équipe multidisciplinare della Residenza Bellagio con i parenti degli ospiti, e in generale con chiunque voglia approfondirne i servizi.

     

    Sarà un importante momento di confronto "a porte aperte", in cui il Direttore della Residenza, il Dott. Vincenzo Trivella, esporrà le modalità di lavoro e gestione della struttura, il tipo di assistenza fornita, le azioni migliorative svolte, gli obiettivi raggiunti e quelli su cui lavorare, i cambiamenti realizzati in funzione del benessere degli ospiti e quelli auspicabili o programmati per il futuro. Un incontro costruttivamente finalizzato allo scambio di opinioni e quindi alla crescita del servizio assistenziale della Residenza, nonché alla divulgazione territoriale del valore della stessa.

     

    Verrà condiviso anche il programma previsto per il 2020, mentre saranno illustrati i servizi attivati nell’ultimo anno, tra cui RSA apertareparto Alzheimerestensione dell'assistenza fisioterapica anche all'esterno della Residenza (attraverso pacchetti convenzionati) per i familiari degli ospiti e per i lavoratori della Cooperativa. Verrà inoltre data voce, come parte centrale dell’incontro, ad alcuni dei professionisti sanitari principali che svolgono e coordinano il lavoro nella Residenza, tra cui medici, caposala, coordinatori, infermieri, operatori sanitari, animatrici, terapista occupazionale, fisioterapisti, dietista, in cui ciascuno avrà modo di esporre e spiegare dettagliatamente il proprio ruolo all’interno della Residenza.

     

    Un momento di convivialità, poi, allieterà e asseconderà ancora il confronto tra i partecipanti: al termine della mattinata, sarà infatti allestito un grande buffet, sempre nella grande sala polifunzionale.