• 19 maggio 2017

    Cinque anni senza Melissa, il ricordo di OSA

    Il 19 maggio 2012 l'attentato che spezzň la vita della giovane. La Cooperativa le ha dedicato un premio

    Melissa Bassi

    Il 19 maggio 2012 un ordigno piazzato davanti all'istituto professionale per i Servizi Sociali “Morvillo-Falcone” di Brindisi spezzò per sempre la vita di Melissa Bassi, studentessa di 16 anni originaria di Mesagne. Sono passati cinque anni e il ricordo di Melissa resta ancora vivo nella mente e nel cuore di amici e familiari.

     

    Un ricordo incancellabile anche per i soci della Cooperativa OSA che alla giovane ragazza brindisina, figlia di Rita e Massimo, soci lavoratori della Residenza Mesagne, ha intitolato un premio riservato ai figli dei dipendenti OSA che frequentano con profitto l'università. L'iniziativa, che quest'anno taglia il traguardo della quinta edizione, intende sostenere lo studio, il merito e l'impegno.

     

    Sono tante le iniziative previste, in tutta Italia, per mantenere viva la memoria di Melissa Bassi. Oggi, a Mesagne, la Parrocchia Santa Maria in Betlem ha organizzato alle ore 18.30 una Santa Messa di suffragio e a seguire una fiaccolata che si snoderà per via Melissa Bassi e poi per le strade cittadine fino a raggiungere il cimitero. All'iniziativa parteciperà anche un gruppo di ospiti e di operatori di Villa Bianca e di Casa Melissa.

     

    Nei giorni scorsi, gli assistiti della residenza socio sanitaria assistenziale gestita da OSA hanno anche partecipato al V Memorial Melissa Bassi, torneo di calcio che unisce sport e solidarietà.

     

    Il prossimo 6 giugno, a Roma, l'Istituto Comprensivo di via dell'Archeologia verrà intitolato alla giovane studentessa con una cerimonia pubblica.