• 15 giugno 2016

    Confcooperative, scomparso Giuseppe Maggi

    Direttore per 40 anni della confederazione, aveva partecipato all'Assemblea dei soci del 3 luglio 2015

    Giuseppe Maggi durante il suo intervento all'Assemblea dei soci OSA del 3 luglio 2015

    La sera di martedì 14 giugno è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari Giuseppe Maggi, che per 40 anni ha rivestito il ruolo di direttore di Confcooperative. Il 3 luglio 2015 aveva partecipato, come ospite e rappresentante della confederazione, all'Assemblea dei soci che aveva segnato, tra l'altro, i festeggiamenti per il Trentennale. In quell'occasione, Maggi aveva espresso parole bellissime per OSA e per il lavoro quotidiano portato avanti dai suoi operatori, sottolineando come la Cooperativa così “piena di giovani e di energia” fosse una “testimonianza che si può fare buona cooperazione”. OSA è vicina alla famiglia e agli amici di Giuseppe Maggi.

     

    Di seguito il ricordo commosso del presidente di Confcooperative, Maurizio Gardini.

     

    La sera del 14 giugno, dopo una lunga malattia, combattuta fino all'ultimo momento con coraggio e determinazione è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari e a tutti gli amici di Confcooperative Giuseppe Maggi, che per 40 anni ha rivestito il ruolo di direttore di Confcooperative. In questi mesi di cure, amorevolmente assistito dalla moglie e dalla sua famiglia non è mai venuto meno il suo impegno di direttore e dirigente appassionato e convinto sostenitore della cooperazione. Il suo impegno in Confcooperative prende inizio sin da giovane e prosegue fino al 2016 sempre con lo stesso rigore, dedizione, passione e senso di appartenenza. La responsabilità e l'attenzione che ha sempre profuso nel suo ruolo di direttore hanno accompagnato dal 1990 al 2016 l'intera vita di Confcooperative ed il suo legame con l'organizzazione lo ha portato sempre a svolgere la funzione di direttore sostenendo con lealtà e totale disponibilità tutti i dirigenti con cui ha lavorato considerando la Confcooperative una parte della sua "famiglia allargata", come lui stesso amava definire. Con profonda commozione il Presidente Maurizio Gardini, a nome di tutta l'organizzazione, i dirigenti ed i dipendenti tutti, si stringono intorno alla moglie Anna Rita e alla figlia Chiara, ai fratelli e a tutta la famiglia Maggi esprimendo loro i sentimenti di profondo cordoglio per la grave e dolorosa perdita”. (fonte: www.confcooperative.it)