• 6 novembre 2019

    Corsi ASA, formazione in collaborazione con RSA Bellagio

    I professionisti della struttura gestita dalla Cooperativa OSA sul lago di Como sono tra i docenti del corso per Ausiliario Socio-Assistenziale. La Residenza ospita inoltre il tirocinio previsto per gli allievi

    La Residenza Bellagio, struttura gestita dalla Cooperativa OSA

    È partito lo scorso 5 novembre e proseguirà fino a settembre prossimo un importante corso di formazione destinato alla figura dell'Ausiliario Socio-Assistenziale (ASA) che si svolge in collaborazione con la Residenza Bellagio. L'iniziativa, organizzata insieme a IAL (Innovazione Apprendimento Lavoro Lombardia), impresa sociale accreditata presso la Regione Lombardia per la formazione e i servizi al lavoro, mira a fornire tutte le competenze necessarie per questo specifico profilo professionale. La struttura gestita dalla Cooperativa ospita le attività di tirocinio previste per gli allievi e mette a disposizione per le docenze alcuni dei suoi professionisti sanitari, in particolare medici e infermieri. Oltre alla fase tirocinante, il percorso formativo si articola in altre 4 macro-aree sulla base degli ordinamenti didattici che la Regione Lombardia ha previsto per questo profilo professionale Le materie riguardano l'area legislativo-istituzionale, l'area psicologica, sociale e comunicazione, l'area tecnico-operativa e l'area igienico-sanitarie.

     

    L'Ausiliario Socio-Assistenziale è un operatore che svolge attività indirizzate a mantenere e recuperare il benessere psico-fisico degli assistiti, riducendone i rischi di isolamento e di emarginazione. Il lavoro dell'ASA prevede una stretta collaborazione e cooperazione con altri professionisti operanti nelle strutture residenziali (infermieri professionali, terapisti della riabilitazione, educatori professionali, dietisti, assistenti sociali, OSS) e comprende molteplici mansioni di tipo socio-assistenziale. Si va dall'assistenza diretta agli ospiti all'igiene e cura dell'ambiente, dalla preparazione dei pasti alle prestazioni igienico-sanitarie di semplice attuazione, non infermieristiche e non specialistiche. Sono richieste quindi competenze tecniche ma anche relazionali, poiché l'ASA deve essere in grado di rapportarsi con l'assistito e i suoi familiari, ma anche con le altre figure di riferimento per l'assistenza, lavorando all'interno dell'équipe multidisciplinare.

     

    “Per la Residenza Bellagio questa iniziativa formativa è molto importante - sottolinea il direttore della RSA, Vincenzo Trivella - perché da un lato permette alla nostra struttura di rispondere sempre meglio al crescente bisogno assistenziale con figure qualificate. Dall'altro, costituisce un'opportunità lavorativa per la comunità di Bellagio, in cui la Residenza è perfettamente inserita con le proprie attività di assistenza e cura”.