• 27 agosto 2015

    Disabili, in arrivo il contrassegno europeo

    Entro il 15 settembre occorre sostituire il tagliando arancione necessario ai veicoli per gli invalidi

    In arrivo il nuovo contrassegno europeo per la circolazione e la sosta dei veicoli per invalidi

    Il prossimo 15 settembre va in pensione il contrassegno arancione indispensabile alla circolazione e alla sosta dei veicoli per gli invalidi. Il tagliando, anche se in corso di validità, deve essere sostituito con quello unificato europeo di colore azzurro, strettamente personale, non vincolato a uno specifico mezzo e valido sull'intero territorio nazionale.

     

    Con la modifica dell'articolo 381 del DPR 495/1992, per la circolazione e la sosta dei veicoli a servizio delle persone con capacità di deambulazione impedita, o sensibilmente ridotta, il comune di residenza rilascia l'autorizzazione mediante l'apposito contrassegno invalidi. Quest'ultimo, denominato “contrassegno di parcheggio per disabili”, è conforme al modello previsto dalla raccomandazione n. 98/376/CE del Consiglio dell'Unione europea del 4 giugno 1998.

     

    Il comune di residenza stabilisce, anche nell'ambito delle aree destinate a parcheggio a pagamento gestite in concessione, un numero di posti destinati alla sosta gratuita degli invalidi muniti di contrassegno superiore al limite minimo previsto dal DPR 503/1996.