• 3 Aprile 2014

    Disabili, un'imbracatura fa camminare i bimbi con paralisi cerebrale

    Upsee è lo strumento inventato da Debby Elnatan per aiutare i bambini che non possono usare le gambe

    Permettere ai bambini disabili di camminare con i loro genitori. È stata questa l’idea che ha spinto Debby Elnatan a progettare l’imbracatura grazie alla quale suo figlio Rotem, affetto da paralisi cerebrale e altrimenti costretto sulla sedie a rotelle, ha potuto passeggiare durante i primi anni di vita insieme a sua madre. L’idea di Debby è diventata “Upsee”, un prodotto ora a disposizione di tutti quei genitori i cui figli non possono camminare.

    Debby ha impiegato anni di tentativi per arrivare alla versione definitiva, tuttavia il funzionamento alla base diUpsee è piuttosto semplice. L’imbracatura sostiene il piccolo e lo tiene attaccato alla vita del genitore, proprio come un marsupio. Per questo motivo il sistema può essere usato solo finché l’altezza e il peso del bambino lo consentono. Ai piedi, genitore e figlio indossano dei sandali speciali, attaccati fra loro. Upsee, inoltre, non solo permette alle mamme e ai papà di camminare assieme ai loro figli, ma consente anche a questi ultimi di fare esperienza del mondo in un modo simile a quello dei loro coetanei normodotati.

    L’idea nacque durante il primo anno di vita del piccolo Rotem, ora 19enne. Nel vederne la sofferenza, Debby cercò in tutte le maniere di rendere migliore la vita del figlio. “All’inizio ho provato ogni soluzione – racconta Debby – cercando la giusta combinazione di materiali, fino ad arrivare alla versione finale. La mia speranza è che questo strumento venga usato in tutto il mondo per poter dare a tutti i bambini la possibilità di un’infanzia migliore”.