• 19 febbraio 2020

    Diversamente cooperativi, Confcooperative Abruzzo a confronto

    Il prossimo 26 febbraio, l’assemblea abruzzese 2020 a Francavilla al Mare. Partecipa Giuseppe Milanese

    Diversamente cooperativi, Confcooperative Abruzzo a confronto

    Si svolgerà mercoledì 26 febbraio, al Museo Mumi di Francavilla al Mare, l'assemblea per il 2020 di Confcooperative Abruzzo, un grande incontro costituito da numerose personalità di spicco della Regione e non solo: occasione per rinnovare i vertici della più grande associazione di cooperative in Abruzzo, ma anche e soprattutto momento di confronto culturale sul presente e sul futuro della Regione in ogni sua sfaccettatura. 

     

    "Diversamente cooperativi" il titolo assegnato all'evento da Massimiliano Monetti, il presidente uscente. Un'iniziativa importante, che vedrà la partecipazione dell’economista Stefano Zamagni, del presidente della Fondazione per la Sussidiarietà Giorgio Vittadini, del presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio, del presidente di Confcooperative Sanità e della Cooperativa OSA Giuseppe Milanese, e molti altri. Se la mattinata sarà strettamente dedicata alla dimensione associativa e alla discussione della stessa, nel pomeriggio l’incontro sarà pubblico, aprendosi a cittadini, decisori, stampa e portatori di interesse. 

     

    A partire dalle 15.00, infatti, dagli adempimenti statutari il focus si sposterà su economia, impresa e futuro, intrecciati con i temi della comunicazione, della cultura, del welfare, della legalità, della politica, dell’agricoltura e della sanità.

     

    Un momento di grande impatto culturale, che sarà possibile seguire anche in diretta streaming sul sito diversamentecooperativi.it, dove è possibile trovare anche programma e informazioni sull'evento. 

     

    Momento inserito in un'economia, quella della Regione, che può vantare numeri significativi: il sistema di Confcooperative Abruzzo, infatti, rappresenta 287 cooperative espressione di 46.825 soci, realtà che danno lavoro a 6.527 persone, di cui la metà sono soci. Il fatturato di questo sistema è pari a 791.172.662 milioni di euro. 

     

    "Anche in virtù di questi numeri", spiega il presidente Massimiliano Monetti, "vogliamo cogliere l’occasione dell’assemblea per poter contribuire in termini culturali allo sviluppo della nostra Regione: dibatteremo, ci confronteremo e daremo a tutti la possibilità di conoscere più da vicino un sistema che ha tanto da dire ad un Abruzzo ricco di talenti, spesso sottoutilizzati. La giornata del 26 febbraio, dunque, è sicuramente pensata per i nostri associati ma anche per quanti hanno a cuore presente e futuro della nostra gente. A quanti, in altri termini, lavorano quotidianamente per il bene comune".

     

    (Fonte: italiacooperativa.it)