• 4 novembre 2015

    Epatite C, meno pazienti da curare secondo uno studio di EpaC Onlus

    Sono infatti circa 160-180 mila i pazienti che andrebbero sottoposti a trattamenti antivirali con farmaci innovativi

    Epatite C, lo studio di Epac Onlus al Senato

    Il 3 novembre 2015, in Senato, si è svolto il I Forum parlamentare HCV “Epatite C: curare tutti i pazienti in modo sostenibile è possibile” organizzato da EpaC Onlus. L’associazione ha presentato i risultati di una ricerca condotta per un anno e realizzata per ottenere una stima realistica del numero di pazienti eleggibili ad un trattamento antivirale avendo accesso ai nuovi farmaci innovativi. Si tratta di protocolli e di terapie necessarie che però incidono notevolmente sul bilancio del Servizio Sanitario Nazionale.

    Dalla ricerca è emerso un dato importante che è riuscito a colmare un vuoto informativo che produceva criticità sia per quanto riguarda le cure sia dal punto di vista economico. Sono circa 160/180 mila i pazienti con HCV che dovrebbero avere accesso a questi trattamenti, cifra di gran lunga inferiore rispetto a quella sinora stimata in Italia. Sono queste in sintesi le parole del Presidente di EpaC Onlus Ivan Gardini.

    Contestualmente, per capire l’impatto economico sul Sistema Sanitario Nazionale, EpaC ha chiesto all’Università di Roma “Tor Vergata” (CEIS-EEHTA), partendo da uno studio precedentemente pubblicato sulla riduzione dei costi, di stimare l’impatto economico usando questa popolazione e considerando i livelli di prezzo decrescente negli anni dei nuovi farmaci. L’investimento proposto sembra avere tutti i criteri per una sostenibilità economico-finanziaria.

    Grazie a questi nuovi studi, da oggi, per il decisore “è più agevole organizzare, da una parte, in maniera più efficiente il percorso assistenziale e, dall’altra, programmare la spesa e le conseguenti risorse da mettere a disposizione negli anni a venire”, come ha spiegato Francesco Saverio Mennini, Research Director, Centre for Economic Evaluation and HTA (EEHTA), Università di Roma “Tor Vergata”.


    Per ulteriori approfondimenti è possibile leggere lo studio e l’analisi curata dall’Associazione EpaC onlus “Quantificazione dei pazienti con epatite c eleggibili a un trattamento antivirale con i farmaci innovativi” e lo studio e l’analisi curata da Centre for Economic Evaluation and HTA (EEHTA), Università di Roma ‘Tor Vergata’ “Stima dell’impatto economico per la cura di tutti i pazienti con epatite c eleggibili a un trattamento antivirale”.