• 6 ottobre 2016

    Fibrosi cistica, dall'8 al 23 ottobre la XIV Campagna nazionale

    Uno spot di 60 secondi, il Bike Tour e il Ciclamino della Ricerca per sensibilizzare e raccogliere donazioni

    Dai respro alla ricerca: giornata nazionale Fibrosi Cistica

    “Dai respiro alla ricerca. La fibrosi cistica blocca i polmoni ma la ricerca non deve fermarsi’. È questo il messaggio della XIV Campagna Nazionale per la Ricerca sulla fibrosi cistica in programma dall’8 al 23 ottobre. Protagonista assoluto il Ciclamino della Ricerca che fiorirà in 1.700 piazze, grazie alla mobilitazione dei volontari e per la prima volta anche dai ricercatori della rete della Fondazione Fibrosi Cistica (FFC). Saranno impegnati nei fine settimana dell’8-9, 15-16 e 22-23 ottobre, a distribuire materiale informativo, incontrare il pubblico per dare testimonianza della malattia, far conoscere l’operato della Fondazione e raccogliere donazioni. In questa edizione sarà possibile accompagnare alle piante i guanti da giardino FFC per far crescere la Ricerca e la speranza. L’obiettivo è superare la raccolta di 600 mila euro raggiunta lo scorso anno, con la volontà di accelerare l’impegno della rete di ricerca della Fondazione.
     

    Lo SPOT. Lo scorso 29 settembre la nuova campagna è stata lanciata tra i banchi del Liceo Parini di Milano dove è stato girato lo spot che, per la prima volta nella storia delle comunicazioni sociali, è stato diretto, interpretato e musicato da tre testimonial che condividono il destino comune della fibrosi cistica. Sono il giovane Edoardo Hensemberger, che interpreta se stesso, Piero Salvatori, compositore e violoncellista, autore delle musiche dello spot e il regista Maxwell McGuire, già autore del sick-lit movie “Foreverland”. In sessanta secondi lo spot parla di fibrosi cistica, una testimonianza di vita e di malattia toccante e realistica. Il linguaggio è diretto e racconta il vissuto di chi convive quotidianamente con questa grave malattia invalidante che interessa 2 milioni e mezzo di portatori sani, una persona ogni 25, in larga parte inconsapevoli.
     

    Il BIKE TOUR. Sabato 8 ottobre torna anche l’appuntamento con il Bike Tour. Matteo Marzotto, vice-presidente della Fondazione, torna in sella alla sua bici insieme a Max Lelli, Iader Fabbri e Fabrizio Macchi. I bikers correranno da Verona a Lecce per 1.000 chilometri lungo la Costa Adriatica per donare respiro agli oltre 7.000 malati, per accrescere la consapevolezza verso la malattia definita "a timer" che danneggia progressivamente polmoni e pancreas e alla fine porta all’impossibilità di respirare.
     

    Per informazioni e aggiornamenti sulle iniziative è possibile consultare il sito www.fibrosicisticaricerca.it

     

    Guarda lo spot