• 27 marzo 2017

    Grande successo per lo spettacolo dei ragazzi di Casa Melissa

    Sul palco del teatro comunale di Mesagne ospiti e operatori della RSSA gestita da OSA. Una serata da ricordare

    I ragazzi di Casa Melissa sul palco del Teatro Comunale di Mesagne

    Una serata da ricordare, che ha regalato emozioni uniche a tutti, spettatori e attori. I ragazzi di Casa Melissa e alcuni operatori della Residenza Mesagne si sono esibiti la sera di domenica 26 marzo sul palco del teatro comunale di Mesagne, portando in scena il musical diretto da Gianluca Cervellera “Oddio... ho parlato con Dio”, liberamente ispirato alla commedia musicale “Aggiungi un posto a tavola”. Maura, Viviana, Santina, Maurizio, Michele, Fernanda e Patrizia, gli ospiti di Casa Melissa e attori dello spettacolo insieme all'infermiere Cosimo Cellino e all'operatrice socio-sanitaria Cristina De Fazio, hanno raccolto gli applausi del numeroso pubblico presente, concludendo così il lungo percorso avviato mesi fa con il laboratorio teatrale.

     

    Settimane e serate di prove, battute e canzoni da imparare a memoria e alla fine i meritati riconoscimenti per gli ospiti di Casa Melissa e per tutti gli altri interpreti, dagli attori che Gianluca Cervellera ha coinvolto nel progetto ai ragazzi di Casa Valentina, Loredana e Giuseppe, anche loro nel cast, fino agli operatori dell'Associazione Sportiva Demetra, che ha collaborato fin da subito all'organizzazione dell'evento.

     

    “Vedere i nostri ragazzi sul palco è stata una gioia indescrivibile – ha spiegato l'educatrice Francesca Molfetta che insieme alla collega Danila Di Savino ha lavorato alla piena riuscita dell'esibizione – è stata una serata indimenticabile che unisce lacrime ed emozioni”.

     

    Parole di ringraziamento arrivano anche dal presidente della Cooperativa OSA, Giuseppe Milanese, che sul suo profilo Facebook scrive: “La recita al Teatro Comunale dei ragazzi di Casa Melissa ci ha riempito il cuore di speranza, ringrazio chi ha lavorato per sei mesi su questo progetto, realizzando un sogno per loro e soprattutto per noi”. E allora complimenti a tutti!