• 31 gennaio 2018

    I progetti della CRAP OSA San Cristofaro della settimana

    Da 'Fatti bella per te' a 'Cento passi' a 'Andiamo al cinema' l'obiettivo è favorire la riabilitazione degli ospiti"

    I progetti della CRAP OSA San Cristofaro della settimana

    “Il nostro lavoro è finalizzato alla riabilitazione soprattutto psichica degli ospiti che frequentano la Comunità Riabilitativa Assistenziale Psichiatrica. Questo significa che le attività e i laboratori che gli utenti realizzano insieme agli operatori nascono da un importante lavoro di progettazione pensato sia per gruppi che per l’individuo”.


    È con queste parole che Giuseppe Ferrandino, coordinatore OSA della CRAP San Cristofaro a San Nicandro Garganico ci spiega l’importanza di coinvolgere, sia all’interno che all’esterno della struttura, gli ospiti con iniziative stimolanti e nuove.
     

    “I nostri ospiti - prosegue Giuseppe - spesso hanno vissuto una vita ritirata in casa, avendo pochissimi rapporti con l'esterno. Noi li aiutiamo a sentirsi di nuovo parte della comunità e del territorio e, quindi, insieme a noi imparano ad interagire con le diverse realtà che li circondano.
     

    Nelle ultime settimane li abbiamo coinvolti in diverse attività a dimostrazione del fatto che le uscite sono importanti per i nostri ragazzi per relazionarsi e socializzare e sono utili anche per la cittadinanza affinché diventi sensibile al problema psichiatrico e impari a conoscere e accettare la diversità.
     

    In primo luogo cerchiamo di far capire ai nostri ospiti l’importanza del prendersi cura di sé e della propria bellezza con piccoli gesti quotidiani per essere sempre in ordine. Abbiamo chiamato questo progetto ‘Fatti bella per te’.
     

    Il progetto ‘Cento Passi’, questa settimana, ha portato gli utenti e gli operatori a visitare la splendida città di Rodi Garganico e il porto per riscoprire i luoghi di origine. Invece, grazie al progetto ‘Andiamo al cinema’ i ragazzi hanno trascorso una giornata come tutti andando al cinema e concludendo la serata al Mcdonalds, cenando con pizza e bibite.”