• 23 marzo 2016

    I racconti dei piccoli di Nontiscordardimé a S. Maria della Fiducia

    Un nuovo pomeriggio di visite e di incontri per l'équipe pediatrica del Bambino Gesù e di OSA

    Il piccolo D. mentre gioca con il vademecum della salute di Nontiscordardimé ieri pomeriggio

    “Mamma, io salgo da solo sul camper”. Sono queste le prime parole del piccolo D., che ci tiene a precisare che a giugno compirà sei anni e mezzo. È vispo, socievole e molto chiacchierone. Ci racconta che gli fa male l’orecchio e che è tornato dalla dottoressa per farsi visitare e prescrivere le medicine.
     

    In attesa del suo turno, gioca con il nonno che, insieme alla mamma, è andato a prenderlo a scuola per portarlo a Santa Maria della Fiducia, dove l’unità mobile di Nontiscordardimé fa tappa ogni martedì pomeriggio.
     

    Prima di D., è salita insieme alla sua mamma S. M., una neonata che compie oggi (23 marzo 2016) 4 mesi con due occhi azzurri colore del mare. La mamma deve ritirare le analisi fatte la volta precedente e far visitare di nuovo la piccola. Sembra un angioletto, le diciamo. “Solitamente non è così buona - ci spiega - a casa piange spesso e mangia poco”. Intanto D. entra nell’unità mobile con la mamma. Giovanna, la coordinatrice OSA del progetto, scende tenendo in braccio la piccola S. M., la coccola e prova a farla mangiare dandole il latte con il biberon.
     

    Passata una mezz’oretta, la porta dell’ambulatorio mobile si apre di nuovo e scende D. con il suo grande sorriso e la sua vitalità. Stringe tra le mani i pupazzetti di Nontiscordardimé e inizia a leggere, a voce alta, con grande curiosità le regole della buona salute: “Nonno, nonno qui c’è scritto di farsi leggere un libro con gli amici e di mangiare frutta e verdura tutti i giorni. Perché?”.
     

    Intanto le visite continuano ed è il turno di un’altra famigliola che l’équipe pediatrica è pronta ad accogliere, come sempre, con il sorriso e con il massimo impegno. Il pomeriggio trascorre in modo veloce anche se il lavoro è molto intenso e l’équipe pediatrica è soddisfatta.
     

    L’unità mobile, terminate le visite, si infila nel traffico di via Tiburtina. Il piazzale resta vuoto ma tra poco si rianimerà con i fedeli che parteciperanno alla Santa Messa officiata da Don Luca.


     

    PROSSIMO APPUNTAMENTO: giovedì 24 marzo 2016 l’unità mobile sarà di nuovo a Santa Maria del Soccorso in via Tiburtina