• 6 maggio 2016

    Il Centro diurno disabili OSA visita l'Associazione Capitano Ultimo

    Per i ragazzi di Ferentino mattinata ricca di emozioni e di sorprese. In programma nuove uscite e attività ad hoc

    I ragazzi del Centro diurno disabili OSA 'Luca Malancona' mentre accarezzano i falchi nella falconiera dell'Associazione Capitano Ultimo

    “Abbiamo vissuto una giornata stupenda!”. È con queste parole che Alessandra Caciolo, psicologa coordinatrice, inizia a raccontarci la mattinata ‘speciale’ vissuta ieri, 5 maggio 2016, dai ragazzi del Centro diurno disabili ‘Luca Malancona’ di Ferentino gestito dalla Cooperativa OSA in visita presso l’’Associazione Volontari Capitano Ultimo onlus’ a Roma in via della Tenuta della Mistica.
     

    “I ragazzi sono stati felicissimi di questa gita fuori porta - ci spiega Alessandra - erano emozionati all’idea di passare una giornata all’aria aperta, visitare un posto nuovo e partire, come per un’avventura, alla volta di Roma. Organizzare questi momenti di condivisione che spezzano la quotidianità è molto importante perché contribuiscono a creare nuovi stimoli e a metterli in contatto con il mondo esterno. Come sempre impeccabile il lavoro degli operatori che hanno creato un bella atmosfera di gruppo, carica di energia positiva!”.
     

    Nella prima parte della mattinata i ragazzi hanno potuto apprezzare i numerosi laboratori che vengono organizzati all’interno dell’Associazione: il laboratorio di panificazione, di pizzeria, di parrucchiera, di falegnameria e di erbe officinali. “Ne sono rimasti molto entusiasti - prosegue la psicologa - e per questo motivo abbiamo deciso di programmare, nelle prossime settimane, nuovi incontri e organizzare attività ricreative all'interno di uno spazio condiviso e pensato ad hoc”. A pranzo la comitiva ciociara ha pranzato nella zona ristoro dove i volontari della struttura hanno preparato un gustoso menù.
     

    “Un momento toccante ed emozionante per tutti ma soprattutto per i ragazzi - conclude Alessandra - è stato quando sono entrati nella falconeria e i falconieri, tra cui l'attore Lorenzo Crespi, li hanno fatti avvicinare all'allocco, alla poiana e al falco delle nevi. Li hanno accarezzati, sono stati molto teneri e curiosi e hanno familiarizzato subito con i volatili, senza avere alcuna paura”.

     

    Per maggiori informazioni sull’Associazione www.volontaricapitanoultimo.it