• 26 aprile 2019

    L'addio commosso di OSA a Raffaele Bonito

    Ci ha lasciato il 25 aprile. Un uomo buono e un amico di tutti, da sempre nella famiglia della Cooperativa

    Ci ha lasciato Raffaele Bonito

    Si è spento nella serata di giovedì 25 aprile Raffaele Bonito, 52 anni compiuti lo scorso 14 marzo. Affetto da un male incurabile, lascia un vuoto enorme nelle persone che hanno avuto la fortuna di incontrarlo e di conoscerlo, condividendo con lui una parte della loro vita. Nato a Taranto e cresciuto a Senise, in Basilicata, Bonito era romano d'adozione e faceva parte di OSA praticamente da sempre. Nella sua esperienza quasi ventennale all'interno della grande famiglia della Cooperativa, si era occupato professionalmente di sicurezza sul lavoro, prima all'interno di OSA e poi per conto di Sicurjob, società del network OSA di cui Raffaele era presidente.

     

    Dall'ottobre dello scorso anno, aveva assunto anche la carica di direttore del poliambulatorio “Sicur Medical Center” di via dei Castani, a Roma. Una struttura, quella realizzata nel quartiere Centocelle, a cui Bonito aveva lavorato con impegno, passione e dedizione e che lascia come una piccola-grande eredità a tutto il mondo OSA.

     

    Chi lo conosce da sempre, chi ha lavorato ogni giorno, fianco a fianco, con Raffaele lo descrive soprattutto come un uomo buono, con lo sguardo aperto alla vita e la curiosità di un bambino. Chiunque lo incontrava, trovava un amico sincero e una persona affidabile, Di quelli che quando ti giri ti coprono le spalle. Quella categoria di mediani senza i quali nessuna squadra può vincere nulla. Una persona che sapeva instaurare una grande empatia con colleghi, amici e conoscenti. I soci della Cooperativa e tutti coloro che gli hanno voluto bene partecipano al dolore della moglie Annamaria e del figlio Rocco.

     

    Tutti, a cominciare da Ivan, piangono la sua assenza nella speranza che il Signore, che lui ha amato più di ogni cosa, con la discrezione delle persone umili, lo accolga nel suo Regno. Noi confidiamo e speriamo che il nostro amico, cooperatore vero, da lassù continui a lavorare con noi, perché si rimane cooperativa anche così, qualcuno quaggiù e qualcuno lassù. Raffaele ti vogliamo bene.

     

    Le esequie si svolgeranno domani, sabato 27 aprile, alle ore 12.00 presso la Basilica di San Lorenzo al Verano.