• 1 marzo 2016

    L'emergenza sottostimata delle 190 mila persone sordocieche in Italia

    L'obiettivo del primo studio nato in collaborazione tra Istat e Lega Filo d'oro è rendere visibili gli invisibili

    Primo studio sul fenomeno delle persone sordocieche

    L’Istat in collaborazione con la Lega del Filo d'oro ha presentato, lo scorso 25 febbraio, il primo studio sul fenomeno delle persone sordocieche con l’obiettivo di rendere visibili gli invisibili.

     

    Su un milione e 700 mila italiani che hanno problemi di vista o di udito, quasi 190 mila sono sordociechi, ovvero presentano le due disabilità contemporaneamente. Si tratta di un problema caratterizzato dall'isolamento; infatti sei volte su dieci queste persone sono confinate in casa, a letto o su sedia a rotelle, e incapaci di provvedere a se stesse per attività quotidiane e spesso questa condizione si accompagna ad altri problemi motori o cognitivi. La maggioranza sono donne (65%) e over 65 (88%).

     

    Rispetto alle precedenti stime secondo cui i sordociechi erano tra i 3.000 e gli 11.000, i dati attuali emersi da questa ricerca mostrano l'urgenza di dare attuazione alla legge 107/2010 che riconosce alla sordocecità una disabilità specifica.