• 14 novembre 2017

    La gentilezza spiegata ai ragazzi del Centro diurno di Ferentino

    » una predisposizione d'animo e va compiuta attraverso parole e gesti quotidiani

    Giornata mondiale della gentilezza

    "Sono gentile quando... Faccio sorridere un amico. Chiedo scusa. Abbraccio chi soffre. Chiedo per favore".
     

    Sono queste alcune delle frasi pensate ieri dai ragazzi del Centro diurno 'Luca Malancona' di Ferentino gestito dalla Cooperativa OSA in occasione della giornata mondiale della gentilezza (13 novembre 2017).
    Insieme alle operatrici Stefania e Franca hanno realizzato un cartellone con tutti i loro pensieri.

    "La gentilezza - ci spiega la coordinatrice OSA Alessandra - è una dimensione umana spesso dimenticata a causa a ritmi e dinamiche veloci, individualistiche e consumistiche imposte dalla città.

    La gentilezza - prosegue Alessandra - è una predisposizione d'animo che non tutti possiedono, che pochi dimostrano e valutano come valore fondamentale per comunicare e trasmettere messaggi. Grazie a questa giornata, abbiamo cercato di spiegare ai nostri ragazzi cosa è la gentilezza e come compierla attraverso parole e gesti concreti e quotidiani”.