• 09-04-2019

    La multiculturalità scoperta a tavola

    Gli ospiti delle RSSA Villa Bianca e Casa Melissa partecipano ad un progetto di integrazione con i ragazzi della Comunità ‘Verso il sole’

    Primo appuntamento sabato scorso nelle RSSA Villa Bianca e Casa Melissa di Mesagne per il progetto dal titolo: ‘Il cibo come racconto di tradizioni familiari’. Un viaggio che parte dalle terre lontane dei ragazzi ospitati dalla Comunità di minori ‘Verso il Sole’ gestita dalla cooperativa Kaleidos, per arrivare in Puglia, luogo ricco di tradizioni e cucina tipica. L’obiettivo è quello di avvicinare due diverse realtà con le proprie tradizioni culinarie, introducendo i partecipanti alla multiculturalità. Il presupposto di partenza è che l'uomo non sempre consuma il cibo come si presenta in natura, ma lo modifica, lo trasforma secondo le sue esigenze, le sue preferenze, la sua identità. Ecco che il cibo, da elemento della natura, diventa elemento della cultura.

     

    Nel primo incontro Ahmed, Said, Cheick e Bouba hanno raccontato le loro origini, descrivendo sapori e spezie tipiche delle loro terre. Il confronto si è sviluppato sui costumi e le usanze dei popoli africani puntando sulla ricetta del Kebab, un cibo molto apprezzato dai giovani di tutto il mondo. Il progetto pensato dalle educatrici è incentrato sul senso della tavola come luogo di incontro, terreno di raccolta, fonte di sostentamento e nutrimento, oltre che occasione per fare festa. Troppo spesso si dimentica che la cucina è anche una peculiare testimonianza culturale, storica e sociale. Gli incontri saranno a cadenza settimanale e proseguiranno per due mesi. Il prossimo sarà dedicato alle ricette tradizionali del territorio tarantino, raccontate da due ospiti di Villa Bianca originari proprio di Taranto. In questi otto incontri sarà il cibo ad unire due diverse realtà mettendo due generazioni a confronto. Durante gli incontri saranno raccolte tutte le ricette, interessantissime testimonianze di vita e di cultura, e a fine percorso sarà realizzato un ricettario che verrà pubblicato e donato a tutti i partecipanti.