• 18 maggio 2016

    La storia a lieto fine di Amara: Grazie OSA per avermi sempre aiutato

    Viene dalla Costa D'Avorio, ha vissuto per due anni nel Gruppo Appartamento OSA e ha da poco iniziato una nuova vita

    La lettera di Amara per salutare e ringraziare gli operatori OSA del Gruppo Appartamento di Frosinone

    “Saluto tutti gli operatori. Vi ringrazio molto per l’attenzione che avete dimostrato verso di me. Grazie in particolare per avermi dato la possibilità di lavorare; ringrazio anche tutti gli operatori del Centro sociale integrato e chiedo scusa se ho dato qualche fastidio. Purtroppo per me la vita è difficile. Non dimenticherò mai quello che ogni giorno avete fatto per me. Vi voglio bene a tutti!”.
     

    Sono queste le parole contenute nella lettera che Amara, il cui nome si pronuncia con la ‘a’ finale accentata e che con un po’ di fantasia ricorda il verbo ‘Amerà’, ha lasciato agli operatori OSA del Gruppo Appartamento per minori di Frosinone per salutarli e ringraziarli di essergli stato vicino con pazienza e amore. 
     

    Amara lo scorso 5 maggio ha festeggiato il suo diciottesimo compleanno e l’inizio di una nuova vita. Dopo due anni vissuti all’interno della struttura gestita dalla Cooperativa, ha potuto lasciare la Casa Famiglia ed essere autonomo andando a vivere in una nuova casa che condivide con alcuni connazionali. Grazie a un inserimento lavorativo protetto presso un’attività commerciale del capoluogo, finalmente Amara ha potuto regolarizzare la sua posizione in Italia e aiutare la mamma, unica superstite della sua famiglia.
     

    Originario della Costa d'Avorio, il ragazzo dagli occhi neri e pieni di gioia è arrivato in Italia per scappare dalla guerra dopo aver perso quasi tutta la sua famiglia. Amara è considerato da tutti una persona speciale ed è per questo che ha lasciato un grande vuoto da quando, il 6 maggio, ha lasciato la struttura e i suoi amici.
     

    “Ci ha regalato molti sorrisi e resterà per sempre nei nostri cuori - ci confida Anna Caterina, responsabile del Centro sociale integrato disabili e insieme a Cristina Campioni del Gruppo Appartamento di Frosinone - gli auguriamo di trovare la serenità che merita; grazie al rispetto verso il prossimo e alla buona volontà che ha sempre dimostrato si è fatto voler bene dagli altri ragazzi e da noi operatori, che lo abbiamo aiutato a crescere. I suoi sorrisi ci mancheranno”.