• 20 Giugno 2014

    Ministero della Salute, l'importanza dalla sana alimentazione negli over 50

    Il caldo mette sotto stress l'organismo facendogli perdere acqua, sali minerali e vitamine

    La corretta alimentazione  fondamentale per  combattere il caldo

    In estate, è naturale, fa caldo, spesso anche molto. Il nostro organismo, specialmente quello degli anziani e degli over 50, non è indifferente al passare delle stagioni e deve adattarsi all’alternarsi delle fasi climatiche. Per farlo è molto importante sostenerlo con una alimentazione corretta che compensi tutte le sostanze perdute con la sudorazione e i cambiamenti del metabolismo che intervengono durante la stagione calda. Si tratta di raccomandazioni provenienti dal ministero della Salute che ricorda l’importanza di seguire un regime alimentare corretto che comprenda tutte le sostanze nutritive necessarie al mantenimento di una salute in buono stato.

    Gli esperti del Ministero, riportando dati dell’Oms (Organizzazione mondiale della Sanità), ricordano che circa un terzo delle patologie cardiovascolari e dei tumori potrebbero essere evitati osservando per tutta la vita un regime alimentare corretto. Questo concetto potrebbe e dovrebbe essere declinato nel breve periodo anche per quanto riguarda i mesi estivi. Parlando, in particolare, delle persone anziane, va ricordato che le loronecessità nutritive non sono differenti, se non le quantità che devono essere leggermente ridotte, rispetto a quelle degli adulti. L’insidia maggiore in cui possono incappare riguarda la disidratazione. Questa evenienza è possibile in conseguenza del fatto che gli anziani tendono a perdere lo stimolo della sete, perdendo quindi, la capacità di bere a sufficienza.

    Per questo, oltre a bere almeno un litro di acqua al giorno, gli esperti invitano le persone anziane e chi le assiste, a comprendere nella dieta molta frutta e verdura che, oltre a contenere sali minerali e vitamine, permettono di assimilare l’acqua di cui sono in gran parte composti. Tra i cibi da evitare, invece, quelli particolarmente ricchi di grassi, come i fritti, che appesantiscono sensibilmente l’organismo, rallentando la digestione. In accordo col medico, infine, può essere utile valutare l’eventuale uso di integratori alimentari per completare le quote di sostanze nutritizie necessarie al mantenimento in salute della persona anziana.