• 6 agosto 2018

    Oria, Paratorneo dei Rioni tra inclusione sociale e sana competizione

    Presenti anche gli ospiti delle Residenze Villa Bianca e Casa Melissa di Mesagne gestite dalla Cooperativa OSA

    I ragazzi di Casa Melissa e Villa Bianca protagonisti al Paratorneo dei Rioni a Oria

    Domenica 29 luglio si è svolto ad Oria il Paratorneo dei Rioni, l’equivalente del Torneo Storico di Federico II che si tiene sempre nello stesso paese ma interamente dedicato ad atleti con disabilità psico-fisiche.
     

    Anche quest’anno un gruppo di ospiti delle Residenze Villa Bianca e Casa Melissa gestite dalla Cooperativa OSA ha partecipato all’iniziativa e, durante i mesi precedenti, si è preparato atleticamente per affrontare la competizione.
     

    L’obiettivo del Paratorneo è quello di offrire le stesse emozioni ai soggetti diversamente abili che affrontano, singolarmente o in gruppo, gare appositamente programmate da professionisti del settore terapeutico-riabilitativo. SI tratta di quattro Rioni e sette gare di carattere medievale: botte, forziere, ponte, ariete, tiro con l’arco, lancio del giavellotto e tiro alla fune.
     

    Ogni ospite della RSSA Mesagne è stato inserito in un rione e tutti indossavano i tradizionali abiti medievali.
     

    “A vincere è stato il rione San Basilio di cui faceva parte il nostro carissimo Claudio - si legge sulla pagina Facebook delle Residenze - Un appuntamento quello del Paratorneo molto atteso tra i nostri amici che si allenano con costanza e sacrificio per vincere le gare. Tra i punti di forza del progetto si evidenzia non solo l’inclusione sociale, che rimane l’obiettivo principale del Paratorneo, ma anche l’intento di innovare la manifestazione più importante di Oria mantenendo fede alla tradizione medievale”.