• 6 aprile 2018

    OSA in 90'', i temi della X puntata: sisma L'Aquila, autismo e ricordi

    Online anche su Facebook, Twitter e Youtube la video-rubrica con le top news settimanali della Cooperativa

    È giunta alla decima puntata OSA in 90’’, la video rubrica settimanale di OSA che si occupa di puntare i riflettori sulle tematiche legate al mondo della Cooperativa e alle storie di servizi e di assistenza erogati sul territorio. 

     

    Nel servizio di apertura ricordiamo le vittime del terremoto che devastò l’Abruzzo e in particolare la provincia de L’Aquila il 6 aprile di nove anni fa.
     

    “Garantire cure e sostegno ai nostri assistiti è sempre stata la nostra priorità, ieri come oggi, e soprattutto in quei lunghi e difficili momenti di emergenza, solitudine e disperazione.” Sono queste le parole di Marco Attardi, vice responsabile ADI OSA che lancia un messaggio di speranza, di coraggio e di rinascita per dimostrare che insieme si può ricostruire, anche dalle macerie.
     

    È proprio quello che è successo grazie alla volontà e alla professionalità degli operatori OSA presenti a L’Aquila che sono riusciti a ripristinare il servizio di Assistenza Domiciliare, nonostante avessero perso tutto. Fondamentale la vicinanza e l’aiuto concreto ricevuto dalla grande famiglia di OSA che inviò beni di prima necessità e che continuò a garantire gli stipendi ai propri soci, nonostante mancasse il lavoro, noleggiando anche un camper che divenne l’ufficio mobile per gestire il servizio ADI insieme alla ASL.

     

    No ai pregiudizi sull’autismo” è il video urlo realizzato dai ragazzi del Centro diurno ‘Luca Malancona’ di Ferentino gestito dalla Cooperativa e raccontato nel secondo servizio di OSA in 90’’.
     

    L’idea è nata per aderire alla campagna nazionale #sfidAutismo18 promossa da Fondazione Autismo e per dare voce alla storia di S., utente con autismo che frequenta il Centro diurno OSA da oltre 10 anni. Con il suo sorriso contagioso S. partecipa a tutte le attività insieme agli operatori e ai suoi compagni che lo aiutano a migliorare, ogni giorno, il suo livello di autonomia e di interazione. Nel video S. indossa una locomotiva blu, è il capotreno speciale del treno formato da tutti vagoni colorati legati gli uni agli altri dalle mani dei ragazzi. Come i vagoni di un treno anche le persone per comunicare devono tenersi per mano e ascoltarsi, a prescindere da come lo fanno.

     

    L’ultimo servizio è dedicato alla ‘Scatola dei ricordi’, il nuovo progetto ideato dall’équipe di lavoro della RSA OSA Bellagio per stimolare la memoria e la condivisione delle esperienze di vita tra gli ospiti. Tema del primo incontro contenuto nella scatola dei ricordi il matrimonio.
     

    Grande emozione per tutti nel rivivere quei momenti attraverso le foto e il racconto di quel giorno indimenticabile.

     

    Buona visione e ricordatevi di lasciare sui social OSA, Facebook Twitter e Youtube, i vostri commenti, mi piace e condivisioni!