• 12-04-2019

    OSA in 90“ L’ospedale del futuro? La poltrona di casa!

    Assistenza Domiciliare Integrata, innovazione tecnologica e attività di socializzazione ed inclusione, gli argomenti di questa settimana

    Nel primo servizio Michele Odorizzi, vicepresidente di Confcooperative Sanità, riassume in una audizione parlamentare i dati preoccupanti sull’assistenza domiciliare integrata in Italia, ricordando il ruolo del non profit e indicando le priorità per rispondere ai bisogni di salute dei cittadini.

     

    L’innovazione tecnologica in campo sanitario è il tema del terzo focus di OSA in 90”. Il futuro di molte malattie croniche passerà attraverso un sistema di cure 4.0 a distanza. Con telemedicina, big data, sensori e hi-tech sarà possibile curare molte malattie gravi dell’apparato respiratorio, riducendo i ricoveri negli ospedali e integrandoli con cure domiciliari. Gli algoritmi ci aiuteranno a capire quando e come intervenire.  Di fatto l’ospedale del futuro sarà la poltrona di casa. A Firenze il meeting “Limitness, innovazione in pneumologia, un impegno senza limiti” ha riunito esperti di diverse discipline intorno a questo scenario.

     

    Gli altri servizi riguardano un nuovo progetto multiculturale dal titolo “Il cibo come racconto di tradizioni familiari” avviato la scorsa settimana a Villa Bianca, la struttura residenziale di Mesagne, in provincia di Brindisi, le attività svolte per le celebrazioni pasquali dagli ospiti della CRAP San Cristofaro di San Nicandro Garganico, in provincia di Foggia e dagli assistiti dalla Residenza OSA sul Lago di Como a Bellagio.