• 15 aprile 2019

    OSA a Dubai per la missione Italia-Emirati Arabi Uniti

    La Cooperativa partecipa all'iniziativa organizzata da ICE e Cabina di Regia per l'Internazionalizzazione

    Un momento dei lavori della missione di sistema Italia-Emirati Arabi Uniti

    C'è anche la Cooperativa OSA tra i partecipanti alla missione di sistema Italia-Emirati Arabi Uniti, in programma a Dubai fino a domani, martedì 16 aprile. L'iniziativa, organizzata dall'ICE, Istituto Commercio Estero, e dalla Cabina di Regia per l'Internazionalizzazione, di cui è partner l'Alleanza delle Cooperative Italiane, costituisce un'occasione importante per avviare nell'area della penisola araba nuove occasioni di cooperazione e partneriato commerciale, industriale e di investimento. La missione, che si svolge sotto l'egida dei ministeri dello Sviluppo Economico e degli Affari Esteri, rappresenta un appuntamento chiave anche in vista dell'Esposizione Universale che si terrà proprio a Dubai dal 20 ottobre 2020 al 10 aprile 2021.

     

    I NUMERI Un vero e proprio esercito di piccole e medie imprese è partito alla volta degli Emirati Arabi: 147 aziende, 8 associazioni imprenditoriali e 7 banche. Un totale di 350 persone che parteciperanno agli incontri organizzati con l'obiettivo di promuovere e incrementare nuove opportunità di collaborazione imprenditoriale in un paese al centro delle principali direttrici est-ovest e con un tenore di vita tra i più alti del mondo.

     

    IL FOCUS La missione si concentrerà su alcuni settori specifici. Si va dalle infrastrutture ai temi ambientali ed energetici, dall'ICT all'agroindustria, con particolare riferimento alle tecnologie innovative legate alla coltivazione in ambienti con scarsità di risorse idriche.

     

    LA COOPERATIVA Tra gli argomenti al centro del summit italo-arabo, ci sono anche le tematiche legate ai settori sanitario e farmaceutico, con un focus centrato sull'assistenza sanitaria. Ed è proprio in questi due ambiti che la Cooperativa OSA, rappresentata a Dubai dal direttore commerciale Mario Sanfilippo, racconterà il proprio know how forte di oltre 30 anni di esperienza nel settore socio-sanitario e dell'assistenza primaria. 

    “Siamo qui perché vogliamo conoscere il sistema-Paese e intendiamo confrontarci sui bisogni di assistenza primaria – ha affermato Mario Sanfilippo –. Nel corso dei diversi tavoli avuti con le autorità locali e con il direttore del dipartimento investimenti in sanità, dott.ssa Ibtesam Albastaki, ci siamo confrontati su alcuni progetti di sviluppo nei settori della Long Term Care and Rehabilitation, del Chronic disease management e della Mental health. Si tratta di ambiti che Confcooperative Sanità conosce bene e su cui sta portando avanti un grande lavoro. Da parte dei nostri interlocutori – ha proseguito ancora Sanfilippo – c'è una richiesta di servizi riabilitativi effettuati da professionisti di eccellenza in favore di pazienti con condizioni di salute critiche a causa di patologie che rientrano nell'area ortopedica, neurologica, cardiologica, oncologica, psichiatrica e cognitiva. In prospettiva, potremmo condividere i nostri modelli assistenziali nell'ambito di un programma medico-scientifico e di formazione specialistica. Senz'altro tutto questo rappresenta una bella sfida, basata su un profilo di eccellenza e dal forte impatto imprenditoriale”.