• 30 marzo 2016

    Prosegue l'attività del progetto Nontiscordardimé

    L'unità mobile ha incontrato le famiglie e i bambini presso la parrocchia di Santa Maria della Fiducia

    L'unità mobile del progetto Nontiscordardimé nel cortile della parrocchia di S.Maria della Fiducia

    Come ogni martedì l'unità mobile di Nontiscordardimé è tornata sul piazzale della parrocchia di Santa Maria della Fiducia, a Borgata Finocchio, per incontrare le famiglie e i bambini del quartiere. C'è chi come D., 6 anni, è qui insieme alla mamma per un controllo dopo la visita della settimana scorsa. Gioca insieme ad S., che avrà più o meno la sua età. È accompagnato dal padre e per la prima volta ha deciso di rivolgersi a Nontiscordardimé. I due piccoli si rincorrono sul quadrato di cemento intitolato a Papa Giovanni Paolo II, fingono di spararsi, si nascondono dietro alle colonne della chiesa, imitano gli eroi visti in TV. “Viene il pediatra?” domanda la mamma di S.M., 5 mesi, anche lei di nuovo qui dopo aver incontrato l'équipe pediatrica nell'uscita operativa di sette giorni fa. In tanti hanno sentito parlare del “camper dei dottori”, anche grazie all'impegno e alla disponibilità di Don Luca, che ha accolto subito favorevolmente l'iniziativa, “aprendo le porte” di questa parrocchia di via Casilina. E in tanti si sono presentati già dalle prime ore del pomeriggio all'appuntamento, attendendo sotto al sole primaverile l'arrivo del mezzo. Mamme, papà, nonni si mettono in fila e aspettano pazientemente di salire le scalette che conducono all'interno del veicolo insieme ai loro bambini.

     

    Alla fine saranno una decina circa i piccoli visitati a bordo dell'unità mobile dagli operatori sanitari, un pediatra del Bambino Gesù e due infermieri della Cooperativa OSA. Ogni bimbo ha un'età diversa, una storia differente, un bisogno particolare per cui ha deciso di rivolgersi a Nontiscordardimé. Da quando è iniziata l'attività di informazione, prevenzione e cura sul territorio, le famiglie accolte sull'unità mobile sono già più di 180 e altre ne seguiranno nelle prossime tappe operative all'interno della rete di solidarietà che, piano piano, si sta venendo a creare con le parrocchie della periferia romana.

     

    FUNDRAISING. Nontiscordardimé è un progetto nato grazie alla fattiva collaborazione tra la Cooperativa OSA, l'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e il Vicariato di Roma e grazie al sostegno di Banca di Credito Cooperativo (BCC) e Fondo Sviluppo Confcooperative. Per effettuare una donazione in favore del progetto è sufficiente recarsi in una delle agenzie di Banca di Credito Cooperativo di Roma che hanno aderito all’iniziativa o presso la propria banca e fare una donazione sul conto corrente bancario 9056. IBAN: IT 68 V 08327 03226 000000009056

     

    CONTATTI. Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito nontiscordardime.eu oppure la pagina Facebook del progetto