• 18 marzo 2016

    Prove di dolci al Centro diurno OSA 'Luca Malancona' di Ferentino

    Mix di ingredienti unici al I appuntamento del laboratorio artigianale con gli studenti dell'alberghiero di Fiuggi

    I ragazzi del Centro diurno OSA di Ferentino e gli studenti dell'istituto alberghiero di Fiuggi durante il laboratorio di pasticceria artigianale

    Concentrazione, curiosità, sensibilità. Sono questi gli ingredienti speciali che hanno reso magica la mattinata trascorsa oggi (10 marzo 2016) dai ragazzi del Centro Diurno Disabili OSA ‘Luca Malancona’ di Ferentino. Qui sono stati accolti con entusiasmo gli studenti della classe 4g sezione pasticceria dell'Istituto alberghiero Buonarroti di Fiuggi.

     

    Si tratta del primo appuntamento del laboratorio artigianale di pasticceria che proseguirà una volta al mese, fino alla fine della scuola. Già all’interno della manifestazione dello scorso dicembre ‘Brilla una stella’ i ragazzi avevano potuto dimostrare le loro abilità in cucina.
     

    Il clima tra i ragazzi è stato molto interattivo - ci racconta Alessandra Caciolo, psicologa coordinatrice del Centro. L’affiancamento 1 a 1 ha creato, sin da subito, un’atmosfera molto serena e famigliare, permettendo a ogni nostro ragazzo di svolgere tutta la procedura della realizzazione dei dolci, dalla fase di preparazione alla cottura”.
     

    Biscotti di pasta frolla, crostate con cioccolata e marmellata e crostatine sono il piccolo grande ‘tesoro’ che i ragazzi del Centro hanno portato a casa per gustare i loro manicaretti con la famiglia e condividere l’esperienza vissuta.
     

    “E' stata una bella classe amalgamata - prosegue Alessandra - 12 ragazzi del Centro assistiti dall’équipe OSA formata da quattro assistenti di base, un assistente sociale e un educatore; 15 studenti coordinati dal responsabile del progetto, il professor Francesco Femia, insieme ad altri insegnanti”.
     

    Obiettivo di queste iniziative, come ci tiene a sottolineare la psicologa è quello sì di “trasmettere le competenze per preparare piccoli dolci anche nell’ambiente domestico ma soprattutto è quello di consentire l’integrazione psicosociale dei nostri utenti con l’esterno. Per noi dell’équipe multidisciplinare di OSA questo è un concetto fondamentale: il fare oltre che il dire. È un punto di forza del nostro lavoro il fare insieme e mettere in pratica le regole che troviamo scritte sui manuali. Anche questa attività rientra nell'organizzazione di momenti strutturati e ragionati secondo la logica adottata dalla Cooperativa che mette al centro la persona, con le sue risorse e capacità, cercando di coinvolgere e sensibilizzare le realtà del territorio. E i benefici che i ragazzi ne traggono sono eccellenti”.
     

    Il successo della giornata Alessandra insieme al suo staff, come sempre, lo misura direttamente sui suoi ragazzi: “Erano concentrati, seri, attenti. Hanno dimostrato di essere molto curiosi, capaci. Sanno stupirci sempre. Hanno capito l’importanza di questa giornata e anche gli studenti dell’alberghiero hanno dimostrato una sensibilità rara che ha permesso a tutti gli allievi di imparare divertendosi. Un altro momento molto divertente è stato quello delle foto. I nostri ragazzi amano essere immortalati perché grazie agli scatti hanno in mano la prova dell’impresa che hanno compiuto”.
     

     

    PROSSIMO APPUNTAMENTO – In occasione della Giornata Internazionale dell’Autismo, il prossimo 2 aprile, i ragazzi del Centro Malancona parteciperanno insieme all’intero comune di Ferentino, alle autorità, alle scuole e alle associazioni delle famiglie delle persone affette da autismo ad una passeggiata nel centro storico, che per l’occasione, si tingerà di blu.

    Tutti i partecipanti, che indosseranno un indumento o un accessorio con il colore della Giornata, confluiranno in piazza per assistere alle varie esibizioni in programma. Protagonisti anche i ragazzi del Centro che stanno preparando, sin da ora, una coreografia di ballo.