• 19-10-2018

    RSA Bellagio, nonni e bimbi giocano insieme

    Un nuovo laboratorio intergenerazionale presso la Residenza socio-assistenziale gestita da OSA

    Primo appuntamento per il progetto di socializzazione tra anziani e bambini a Bellagio

    È partito un nuovo progetto di incontri intergenerazionali, coordinato dalle animatrici Annalucia, Carmelina e Giada, che coinvolge gli ospiti della RSA Bellagio, gestita dalla Cooperativa OSA, e i bambini che frequentano l’oratorio della cittadina sul lago di Como.

     

    Sono previsti otto appuntamenti mensili, da ottobre 2018 a maggio 2019, ogni mercoledì della seconda settimana del mese. Sono coinvolti 15 bambini e 15 nonni che a rotazione svolgeranno attività e giochi sempre diversi.

     

     L'incontro costituisce un'occasione importante per condividere esperienze, scoprire il nuovo, scambiarsi sguardi, sorrisi e gesti ed ogni mese verrà proposta una nuova attività da realizzare insieme. L’obiettivo primario dal punto di vista terapeutico è quello di mantenere e sviluppare capacità, conoscenza e autonomia tra gli anziani ospiti della Residenza Bellagio e insieme creare relazioni tra adulti e bambini.

     

     “Saranno 8 mesi di incontri e di benessere - ci spiega Carmelina, animatrice OSA - Il progetto intende proporsi come ‘uno spazio e un tempo’ in cui ogni bimbo e ogni anziano possano incontrarsi. Una grande opportunità per i bambini, che potranno così avvicinarsi ad una realtà diversa e importante, insegnando loro a essere in futuro cittadini attivi e responsabili; mentre per gli anziani sarà un'occasione per sentirsi ancora utili agli altri, ancora capaci di dare. Insomma un modo per migliorare la qualità della vita di entrambe le generazioni e stimolare lo spirito di iniziativa”.

     

    Il primo appuntamento, svolto mercoledì 17 ottobre 2018, ha permesso ai bambini e ai nonni di presentarsi e conoscersi, anche attraverso l’esperienza di partecipare ad un gioco cognitivo basato sull’ascolto musicale e sul movimento.

     

    “Il gioco si chiama ‘Fanta - Cola e Sprite ...un po’ rivisitato’, ci raccontano Annalucia e Giada, educatrici OSA. Ad ogni bibita abbiamo associato un movimento. I bambini sono stati disposti in ordine sparso tra gli ospiti; il nonno sceglieva la bibita ed il bimbo doveva eseguire il movimento abbinato alla bibita, il tutto accompagnato dall'ascolto musicale”.

     

    Al termine dell'incontro è stata offerta una merenda speciale a base di pane e nutella e torta di mele. Il menù ha messo d’accordo entrambe le generazioni. Appuntamento a novembre con una nuova attività.