• 16-11-2018

    RSA Bellagio, settimana di divertimento e condivisione

    Le attività nella residenza gestita da OSA hanno coinvolto grandi e piccini

    Le immagini dei protagonisti degli appuntamenti di animazione alla Residenza Bellagio

    Questa settimana gli ospiti della RSA Bellagio sono stati coinvolti in due appuntamenti di animazione che hanno riscosso grande successo.

     

    Si tratta di due attività organizzate dalla equipe OSA con l’obiettivo di stimolare la capacità degli anziani ospiti a gestire le proprie relazioni interpersonali, mantenere viva la memoria e a migliorare umore e stato d’animo, come ci ha spiegato la Coordinatrice Carmelina Madeo, che assieme alle animatrici Giada e Anna Lucia, programma e svolge le principali attività di socializzazione nella residenza assistita.

     

    Si è cominciato sabato scorso, 10 novembre, con il “Pomeriggio musicale”, una festa divertente e stimolante, diventata quasi un appuntamento fisso e alla quale partecipa sempre un numero considerevole di ospiti. Giorgio alla fisarmonica e Ubaldo, voce cantante, hanno proposto brani celebri e ben presenti nella memoria collettiva degli ospiti: ‘Quel mazzolin di fiori’, ‘Romagna mia’, ‘Piemontesina’, ‘I Watussi’, ‘Cuore matto’, per citarne alcuni. La sala comune della Residenza si è trasformata così in una ‘pista da ballo’, nella quale gli assistiti hanno potuto divertirsi ed emozionarsi, cantando e ballando insieme.

     

    Mercoledì 14 novembre, invece, si è svolto il secondo appuntamento di incontro con i bambini che frequentano l’oratorio di Bellagio. L’attività proposta dalle animatrici OSA e da una catechista è consistita nello svolgimento di un Quiz con Caccia al tesoro. Rispondendo ad una serie di domande sulla vita di Noé, i bambini dell’oratorio e i nonni ospiti della residenza, hanno costruito insieme un percorso stimolante di gioco e divertimento condiviso, culminato nella realizzazione di un cartellone nel quale sono stati rappresentati i momenti più significativi della vita del patriarca. Il progetto mette in relazione le diverse generazioni della comunità di Bellagio, proponendo una attività che ha l’obiettivo, tra l’altro, di stimolare attraverso un protagonismo attivo dei partecipanti, alcune delle loro fondamentali abilità relazionali, quali, ad esempio, la concentrazione e l’attenzione.