• 04-09-2019

    RSA Bellagio, un laboratorio per sviluppare la fantasia

    Dedicate alla manipolazione della pasta di sale le nuove attività per gli ospiti della Residenza

    Gli ospiti della RSA Bellagio impegnati nella creazione dei 'ricordini' con la pasta di sale

    Agenda fitta di impegni per gli ospiti della Residenza Bellagio in questo scampolo d’estate. Parte il laboratorio di attività creative organizzato dall’équipe di animatrici e operatori della struttura lariana gestita dalla Cooperativa OSA. Questa volta al centro del progetto, che mira a salvaguardare e migliorare le abilità psico-fisiche degli anziani, c’è la pasta di sale, un materiale semplice e collaudato che può scatenare la fantasia e la creatività di chi impara a manipolarlo.

     

    Gli ampi spazi della sala comune della RSA si sono così trasformati in una vera e propria bottega di artigianato. Con l’aiuto delle più esperte operatici OSA, i nonni e le nonne di Bellagio hanno dato forma alle proprie suggestioni, impastando di buona lena per l’intera mattinata.

    Velocemente hanno preso forma simpatici ‘ricordini’ a forma di fiore da donare ai bambini dei vari istituti scolastici della zona, che faranno visita ai nonni, allietando i pomeriggi della Residenza. Una volta essiccate, le graziose creazioni verranno dipinte nel corso del secondo incontro programmato il prossimo mercoledì.

     

    “In effetti  - ci conferma l’animatrice OSA Giada Mellace, che si occupa di coordinare le attività - la pasta di sale è un materiale molto gettonato dai nostri ospiti, soprattutto perché, grazie alla sua malleabilità e duttilità permette anche a chi non ha particolari predisposizioni artistiche o capacità manuali, di sviluppare e generare manufatti, contribuendo a mantenere attive funzioni importanti del proprio organismo, quali  l’attenzione, la coordinazione e la mobilità articolare e muscolare delle mani. Per gli ospiti queste ultime costituiscono i nostri principali obiettivi di cura”.