• 27 settembre 2018

    RSA OSA Bellagio, mattinata dedicata alla pesca

    Vitalità, concentrazione, spirito di competizione, manualità e abilità le doti dimostrate dagli ospiti

    Due ospiti della RSA Bellagio durante la pesca

    Approfittando delle ultime giornate di sole, alcuni ospiti della Residenza Sanitaria Assistenziale di Bellagio, gestita da OSA, sono stati accompagnati dall'animatrice Giada al Centro di pesca sportiva Geretta di Eupilio (Como), location immersa nella natura che sorge sulle sponde di un lago artificiale.
     

    Gli ospiti, protagonisti di questa divertente iniziativa, si sono trasformati in pescatori provetti gestendo tutte le fasi: dal lancio dell’amo fino all’esultazione per aver pescato anche una trota iridea e salmonata di 11 Kg che è stata cucinata e gustata in Residenza il giorno dopo.
     

    “L'attività della pesca - racconta Giada -  è stata pensata per dare la possibilità ai nostri "pescatori" di rivivere una delle passioni che ha caratterizzato la loro vita. Tra i partecipanti c’è stata molta competizione. Si sono impegnati per pescare il numero maggiore di pesci dimostrando di avere ancora molta energia e abilità”.
     

    Si tratta, infatti, di un'attività che aiuta la concentrazione, la manualità e la competizione tra i partecipanti.
     

    Diversi gli obiettivi prefissati: il miglioramento dell'autostima e la percezione di se stessi come valore; l'integrazione e la socializzazione con gli altri ospiti; il mantenimento e il consolidamento delle competenze acquisite nel tempo; il contrasto con il decadimento delle abilità di base fortificando le risorse.
     

    “La pesca è natura da vivere ed è un modo per rilassarsi” è quanto affermato da uno degli ospiti dopo la piacevole esperienza vissuta con altri appassionati come lui.