• 4 Dicembre 2014

    Sindrome di Down, una guida all'assistenza per le persone non italiane

    Scritto in quattro lingue, il vademecum contiene le informazioni per accedere alle agevolazioni previste dalla legge

    L'Associazione Italiana persone down ha realizzato una guida all'assistenza per persone non italiane

    Un opuscolo informativo sulla sindrome di Down in quattro lingue per le persone non italiane con questa problematica che abitano nel nostro Paese. Il vademecum, disponibile in italiano, francese, inglese e spagnolo contiene tutte le informazioni circa le agevolazioni a cui è possibile accedere.

    Il testo è stato realizzato dall'Aipd (Associazione italiana persone down), che questa volta ha deciso di rivolgersi ai suoi utenti stranieri. Il nuovo quaderno dell'associazione, dal titolo "Down to Italy", è stato realizzato nell'ambito del progetto "Easy info. Sapere è potere", promosso da Aipd e finanziato dal ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.

    “La scelta - spiega una nota dell'Aipd - è dovuta all'aumento negli ultimi anni del numero di stranieri in Italia e, conseguentemente, anche delle famiglie straniere con figli in condizione di disabilità. Spesso queste famiglie, specialmente se arrivate da poco tempo, presentano difficoltà di padronanza della lingua italiana e quindi di comprensione dei contenuti delle informazioni presenti su siti internet italiani e difficoltà anche nelle relazioni dirette con i servizi territoriali cui si rivolgono. Tutto ciò è di ostacolo alla soddisfazione dei propri diritti e può rivelarsi un'ulteriore causa di isolamento sociale".

    L'idea è stata dunque quella di realizzare uno strumento cartaceo che potesse facilitare l'accesso alle informazioni e alla fruizione dei propri diritti, indipendentemente dalle capacità, livello di scolarità e padronanza della lingua italiana. Nello specifico, l'opuscolo è diviso in due parti, una che riguarda i temi relativi all'assistenza (invalidità civile, permessi sul lavoro, salute) e una che riguarda la scuola.