• 24 marzo 2020

    Studio Aperto racconta l'impegno di OSA contro il Covid-19

    Un focus del TG di Italia 1 sul progetto pilota realizzato dalla Cooperativa in un albergo a Grassobbio (Bg)

    Studio Aperto, il telegiornale di Italia 1, ha dedicato un servizio nell'edizione serale di lunedì 23 Marzo scorso al progetto pilota “Abitare la cura” realizzato dalla Cooperativa OSA a Grassobbio, vicino Bergamo, presso il Winter Garden Hotel. In pochi giorni gli ambienti dell’hotel a quattro stelle hanno subito una ristrutturazione e un adeguamento agli standard ospedalieri ed ora è possibile svolgere al suo interno in piena sicurezza e con le terapie più indicate il periodo di isolamento di 2 settimane previsto dal protocollo sanitario per tutti quei pazienti che non hanno più bisogno di essere ricoverati.

     

    I primi pazienti dimessi dagli ospedali lombardi sono stati trasferiti nello scorso fine settimana e a regime la struttura della bergamasca sarà in grado di ospitare in camera singola fino a 100 persone, consentendo così di liberare posti letto preziosi nei reparti d’urgenza ormai al collasso della regione. Al Winter Garden è attiva h. 24 una équipe di professionisti dell’assistenza sanitaria e sociale, composta da medici, infermieri, fisioterapisti e psicologi.

     

    “Le principali criticità sono legate all’aspetto umano” racconta ai microfoni di Studio Aperto Giammario Brambilla, Responsabile OSA del presidio sanitario di Grassobbio “il lungo e drammatico periodo di ospedalizzazione in un contesto non facile, la paura per quanto accaduto sono solo alcuni dei risvolti psicologici che in questo momento occorre prendere in considerazione per completare un pieno recupero dei pazienti che hanno superato la fase critica”.

     

    “Siamo riusciti ad attrezzare questo albergo, realizzando velocemente due percorsi separati: uno riservato agli operatori dell’albergo e uno per gli operatori sanitari e per i pazienti” rivela soddisfatto Vincenzo Trivella, Direttore OSA Lombardia, “in questo modo abbiamo garantito la sicurezza e la tranquillità per tutti; questa esperienza la replicheremo in breve tempo anche in altre realtà della Lombardia, ci stiamo impegnando per recuperare altre due strutture nei territori dove è più forte l’emergenza”.