• 28 agosto 2015

    Tecnologie, allo studio occhiali speciali per non vedenti

    A Roma un incontro dedicato ai pazienti affetti da patologie degenerative della macula

    In futuro occhiali speciali potrebbero offrire nuove opportunit di vista ai non vedenti: se ne parla a Roma

    In futuro un microchip retinico e un sistema di trasmissione delle immagini potrebbe offrire, mediante uno speciale tipo di occhiali, nuove opportunità a chi ha perso la vista. Della nuova prospettiva tecnologica se ne parlerà a Roma al “Macula today”, incontro in programma lunedì 31 agosto, alle 17, al Rome Cavalieri Walford Astoria Hotel & Resort. L'appuntamento è organizzato dalla Macula & Genoma Foundation Onlus che promuove la ricerca e l'informazione nell'ambito delle malattie oculari.

     

    L'iniziativa si rivolge in particolare ai pazienti affetti da patologie degenerative della macula e ai loro familiari per informarli sulle ultime novità in materia. Per partecipare all'incontro, completamente gratuito, è sufficiente inviare una mail a maculatoday@gmail.com.

     

    Ad aprire i lavori sarà il genetista Emiliano Giardina dell'Università di Roma Tor Vergata e del Laboratorio di genetica molecolare Uldm - Fondazione Santa Lucia, che spiegherà come da un'analisi del Dna è possibile prevenire e ridurre il rischio di contrarre malattie oculari. Andrea Cusumano, presidente della Macula & Genoma Foundation Onlus, parlerà di corioretinopatia Sierosa Centrale, una grave patologia legata allo stress quotidiano.

     

    Questa malattia, per la quale spesso non viene proposta alcuna terapia, può in realtà essere già oggi curata con successo Il suo intervento sarà supportato da Daniel Palanker della Stanford Universityche presenterà un nuovo trattamento alternativo alla terapia attuale effettuato con un laser di nuova generazione. Sarà proprio Palanker ad illustrare gli speciali occhiali contro la cecità a cui stanno lavorando.