• 18 maggio 2015

    Terza età, mente più attiva con olio di oliva e mandorle

    Una ricerca spagnola ha evidenziato migliori performance cognitive se la dieta è ricca di antiossidanti

    Olio di oliva, mandorle e noci aiutano ad avere una mente più acuta. Lo sostiene uno studio spagnolo

    Olio di oliva, mandorle e noci aiutano ad avere una mente più acuta. Lo sostiene uno studio pubblicato sulla rivista medica americana 'Jama'. Un gruppo di ricercatori di Barcellona ha infatti studiato gli effetti della dieta mediterranea su 447 persone dai 67 anni in su. I "senior" sono stati divisi in tre gruppi: il primo osservava un'alimentazione a basso contenuto di grassi, il secondo aggiungeva più olio di oliva, il terzo seguiva la dieta mediterranea ma con un regolare consumo di olio di oliva, mandorle o noci (30 g al giorno). Tutti i volontari non presentavano deficit cognitivi.

    Dopo 4 anni gli over 65 anni dei due gruppi sottoposti ad alimentazione mediterranea con aggiunta sia di olio sia di mandorle e noci hanno evidenziato una mente più attiva. In particolare, memoria, capacità di ragionamento e cognitive sono risultate potenziate rispetto all'inizio dell'osservazione e nel confronto con gli altri che avevano seguito solo una dieta povera di grassi. "Contrastare il declino mentale dell'invecchiamento è possibile - ha osservato Emilio Ros, direttore della Clinica sui lipidi dell'ospedale di Barcellona dove è stata realizzata la ricerca - è fondamentale seguire un'alimentazione ricca di elementi antiossidanti come quella mediterranea aggiungendo olio e noci".