• 11 agosto 2020

    A Latina OSA al fianco dei bambini con spettro autistico

    Gli operatori del servizio di integrazione scolastica gestito dalla Cooperativa nel comune pontino insieme all'associazione LatinAutismo nelle colonie estive

    Gli operatori che assistono i bambini durante le colonie estive a Latina

    Il servizio di integrazione scolastica gestito dalla Cooperativa OSA a Latina ha messo a disposizione i propri operatori nel progetto di assistenza ai bambini e ai ragazzi con spettro autistico che hanno partecipato alle colonie estive organizzate dal Comune pontino. Quarantacinque operatori hanno accompagnato i piccoli in diverse strutture sul territorio, scelte direttamente dalle famiglie in base a precise caratteristiche delle location, per far vivere momenti di gioco e di svago in piena sicurezza agli assistiti insieme ai loro coetanei.

     

    “Il Comune di Latina”, spiega Immacolata Di Giovannantonio, coordinatrice OSA del servizio di integrazione scolastica, “ha dovuto ridefinire il normale svolgimento delle attività in seguito all'emergenza COVID-19. Così, inizialmente, abbiamo garantito un supporto a domicilio, sostenendo i ragazzi che seguiamo abitualmente. A partire dal mese di luglio, con l'avvio delle colonie, abbiamo dato ulteriore continuità alle iniziative a carattere educativo mettendo a disposizione i nostri operatori. Il rapporto è 1 a 1: ad ogni bambino o ragazzo viene associato un singolo professionista in base alla specificità dei casi”.

     

    Un progetto che fa seguito a quello sperimentale lanciato la scorsa estate e che si avvale della collaborazione di LatinAutismo con cui OSA ha stipulato un protocollo d'intesa che mira a costruire una rete territoriale per sostenere le richieste delle famiglie, implementare il servizio assistenziale e migliorare così la vita delle persone con disturbo dello spettro autistico. “Di solito le colonie non hanno personale specializzato per includere bambini con disturbo dello spettro autistico e le famiglie sono costrette a pagare costi aggiuntivi che non tutti possono permettersi”, spiegano da LatinaAutismo, associazione che riunisce genitori e familiari di persone autistiche sul territorio provinciale di Latina. “Il lavoro delle assistenti OSA si è dimostrato indispensabile nella maggioranza dei casi per garantire la sicurezza dello svolgimento delle attività ludiche soprattutto con le nuove disposizioni anticovid. L’auspicio di LatinAutismo è che il servizio assistenziale nelle colonie possa diventare una consuetudine annuale per alleggerire il carico educativo delle famiglie”.

     

    Il progetto proseguirà anche ad agosto con la speranza di allungare ulteriormente alla prima settimana di settembre l'iniziativa. Oltre a OSA, al Comune di Latina e a LatinAutismo, partecipano a vario titolo diverse realtà e strutture del territorio pontino tra cui il Rugby Club Latina, l'Asd Pandora Aps, il Miami Beach Acquapark.