• 24 settembre 2020

    I nostri ragazzi più forti del Covid

    La squadra palermitana di basket in carrozzina OSA I Ragazzi Panormus riprende le attività agonistiche

    Foto di gruppo per i Ragazzi di Panormus, al loro primo allenamento stagionale presso il PalaMangano a Palermo.

    Con il primo allenamento tra le mura amiche del PalaMangano, reso agibile e conforme alle norme di prevenzione sanitaria grazie all’impegno del Comune di Palermo, sono riprese le attività agonistiche di OSA I Ragazzi di Panormus, la società di basket in carrozzina sostenuta dalla Cooperativa. Proprio in questi giorni infatti la FIPIC, federazione nazionale di basket in carrozzina, ha ufficializzato l’elenco delle società iscritte ai prossimi campionati maggiori e giovanili e si va definendo il calendario degli incontri.

    Il team della Serie B parteciperà al girone sud Italia che partirà il prossimo 21 novembre insieme alle squadre di Lecce, Taranto, Bari, Barletta, Catania e ad una compagine Molisana, all’esordio assoluto in questa competizione. Per la formazione giovanile bisognerà invece aspettare il mese di gennaio 2021. Salvo imprevisti e defezioni dell’ultima ora, dovrebbero partecipare, come al campionato precedente, oltre al team palermitano anche Cantù (CO), Bologna, Padova, Roma, Lazio, Montecchio Maggiore (VI), Rieti, Firenze, Sassari e Porto Torres (SS).

     

    “Non nascondiamo le difficoltà oggettive di questa ripartenza ma confidiamo sull’entusiasmo, la forza d’animo e la voglia di impegnarsi di questi straordinari ragazzi” dichiara Maurizio Gambino, tecnico della squadra siciliana.

    “Incrociamo le dita affinché non vi sia una nuova impennata del Covid che ci costringa ad interrompere le attività”, precisa Gambino. “Staff e giocatori sono molto motivati e responsabili. Stiamo adottando tutte le misure necessarie per affrontare questa nuova avventura in sicurezza, come la puntuale e ripetuta sanificazione di tutte le attrezzature e i materiali con cui i ragazzi vengono a contatto. Anche fuori dal campo sono certo che i nostri ragazzi sapranno mantenere un comportamento sempre adeguato, rispettando le regole del distanziamento e l’uso delle mascherine, soprattutto ora che sono state riaperte le scuole.”

     

    Programmati per i prossimi mesi due appuntamenti settimanali di allenamento, ogni lunedì e mercoledì, dalle ore 17 alle ore 20. Particolare attenzione verrà riservata, tra l’altro, alla preparazione dei giovani campioni che sono stati chiamati a far parte delle nazionali under 19, under 22 e femminile. Per Rachele, Mattia, Nicola, Christian, Gabriele e Salvo la stagione 2020-2021 si profila ricca di  soddisfazioni con il doppio impegno del campionato e degli stage azzurri. Tecnici e preparatori puntano a non far trovare impreparati i loro cestisti, soprattutto nella fase iniziale in cui occorre riprendere la piena forma fisica dopo oltre sei mesi di sospensione imposta dall’emergenza sanitaria.

    “I nostri ragazzi hanno una inesauribile voglia di normalità e sono più forti del Covid”, conclude soddisfatto Gambino. “E noi lavoreremo in queste settimane stando loro vicino per migliorarli e trasformare ogni eventuale difficoltà in occasioni di crescita”.