• 16 dicembre 2019

    In Lombardia, cresce ancora l’ADI: il percorso della sede OSA di Melzo

    La Coordinatrice Emanuela Giampa racconta l’importanza del servizio per il territorio

    Emanuela Giampa nella sua scrivania della nuova sede ADI OSA di Melzo (MI)

    Il percorso di OSA è sempre più in crescita, nell’ambito territoriale della Regione Lombardia. Un percorso che, nel 2019, ha visto incrementi e riconoscimenti importanti, dall’accreditamento con ATS Milano Metropolitana (Milano città, Milano provincia e Lodi) e con ATS Brianza (Monza e Lecco) nel settembre 2019, al recentissimo riconoscimento della Cooperativa come Ente Unico di una pluralità di unità di offerta sociosanitarie accreditate da parte della Regione.

     

    Una delle tappe di questo percorso, inaugurata un anno e mezzo fa, si trova a Melzo (Milano), ed è una nuova sede per l'Assistenza Domiciliare Integrata, tramite cui OSA ha ampliato ancora di più il proprio raggio d’azione.

    “La sede”, racconta la Coordinatrice Emanuela Giampa, “è aperta da un anno e mezzo. La scelta era di avere questo ufficio proprio sul territorio del milanese, appositamente per essere più a contatto con la popolazione, per essere in contatto con le persone e al tempo stesso con la realtà di Melzo, che è un paese abbastanza grande: insomma per farci conoscere ancora di più. L’importanza di avere una sede sul territorio, infatti, è proprio quella di essere ancora più vicini ai cittadini. L’ufficio è nuovissimo: ne siamo molto orgogliosi. È molto moderno, e devo dire che la scelta è stata azzeccata: è un ufficio che qui non c’era mai stato, e rappresenta una novità importante per quest’area territoriale”.

     

    Il servizio di Assistenza Domiciliare Integrata erogato dall’ufficio di Melzo consiste, principalmente, in assistenza infermieristica e fisioterapica, con un’importante integrazione: l’aiuto all’igiene - una tipologia assistenziale molto richiesta. 10, ad oggi, i professionisti che lavorano per la sede, e che coprono le esigenze di oltre 170 pazienti, tra i territori di Milano Nord, Milano 2, e l’area bergamasca. Si tratta di un trend stabile, e anzi marcatamente in crescita. Se si pensa che questi numeri sono stati guadagnati in un anno e mezzo, si comprende facilmente come la sede di Melzo si sia affermata nel territorio, considerandone e vagliandone a pieno sfumature ed esigenze.

     

    “Quello che a noi preme”, prosegue la Dott.ssa Giampa, “è il contatto con le persone: farle parlare, entrare in autentica relazione per comprenderne e individuarne il bisogno. Bisogno che, magari, spesso non è del tutto chiaro neppure a loro. Capita spesso, ad esempio, che qualcuno venga in sede credendo di sottoporre un tipo di problematica, e poi la sfera dei bisogni si allarga o si sposta verso il vero nucleo del problema, che è altro da quello che si pensava. Il nostro obiettivo primario è quindi proprio quello di ragionare insieme, e solo così poter comprendere a pieno il problema e soddisfare l’esigenza”.

     

    “L’importanza di questa nostra sede è che è sì appartenente a una realtà territoriale circoscritta qual è Melzo (che è comunque molto grande, come paese), ma al tempo stesso è legata al milanese: sia Milano nord che Milano 2, insomma una parte non piccola dell’area cittadina. Siamo in una posizione, per così dire, mediana. Per questo è importante che ci presentiamo sempre come non solo legati al territorio di Bergamo, ma anche e ugualmente a quello di MilanoIn questo modo, i pazienti ci identificano come una parte di loro, ci sentono vicini in territori eterogenei. Naturalmente, essendo il bacino di utenza di Milano molto grande, per noi è importante, per uno sviluppo futuro, affacciarci sempre più ed essere ancora più legati al territorio milanese. Al tempo stesso, quello che abbiamo intenzione di fare è essere sempre più attenti alle singole realtà territoriali - Monza, Bergamo, Melzo, Milano, ecc. -, perché essere legati al territorio vuol dire riuscire a comprendere costruttivamente le persone che lo abitano, quindi agire efficacemente e al meglio sui loro bisogni. Tutto questo entrando nelle loro case, conoscendoli, facendoli sentire sempre a loro agio. Si tratta di una vera e propria missione - che noi abbiamo scelto di perseguire e perseguiremo con determinazione”.