• 29 gennaio 2020

    La mia voce, un dono di Dio da condividere con gli altri

    Alessandra, ex cantante lirica, è un'ospite della RSA Bellagio dove ha potuto coltivare la sua passione per il canto

    La signora Alessandra, 78 anni, ex cantante lirica, è ospite della Residenza OSA Bellagio

    La sua voce melodiosa allieta gli ospiti, le animatrici e gli operatori che lavorano all'interno della Residenza Bellagio. La signora Alessandra, 78 anni portati con eleganza, ospite della struttura gestita da OSA sul lago di Como, nella sua vita ha sempre voluto condividere con le altre persone le sue doti canore e la  passione per l'opera lirica. Da cantante si è infatti sempre esibita gratuitamente proprio per questa sua volontà di cantare per gli altri e di donare agli altri la sua voce.

     

    Considero la mia voce come un dono che ho ricevuto da Dio”, racconta Alessandra, “per questo, ho sempre voluto condividere tale regalo con gli altri in maniera spontanea”. È con questo spirito che Alessandra, interpretando con la sua voce le arie delle opere più famose, rallegra le giornate degli altri ospiti della Residenza Bellagio e quelle degli operatori che si prendono quotidianamente cura di lei. All'interno della struttura che la Cooperativa gestisce sul lago di Como, Alessandra ha dunque potuto continuare a coltivare il suo amore per la lirica e la sua naturale inclinazione a condividere con gli altri il suo talento. Proprio come avviene anche per altri ospiti della Residenza che amano dipingere, suonare uno strumento musicale o realizzare vere e proprie opere d'arte utilizzando i materiali più diversi.

     

    Nella Residenza Bellagio”, spiega Vincenzo Trivella, direttore di OSA Lombardia e della RSA, i nostri ospiti sono al centro di tutto. Per questo, ogni giorno ci impegniamo per ascoltare e soddisfare i loro bisogni che non sono solo quelli legati alla salute. Anche assecondare un'inclinazione personale o una passione permette infatti alle persone di cui ci prendiamo cura di sentirsi in un ambiente familiare e che è in grado di assisterli nel migliore dei modi”.