• 10 dicembre 2020

    Nontiscordardimé, proseguono i test sierologici nelle parrocchie

    A dicembre nuovi appuntamenti. La campagna, avviata a novembre, ha l’obiettivo di monitorare la diffusione del virus nella popolazione anziana e garantire presto una ripresa in sicurezza delle attività

    Test sierologici a bordo del camper di Nontiscordardimé

    Continua anche a dicembre l’attività di prevenzione e orientamento che Nontiscordardimé Senior sta portando avanti attraverso l’indagine sierologica rivolta agli anziani fragili e agli utenti dei Gruppi di Cammino già seguiti dal progetto promosso da OSA. La campagna, avviata nel mese di novembre, prevede uno screening con test sierologici rapidi eseguiti a bordo del camper all’interno delle parrocchie che aderiscono all’iniziativa. Gli assistiti accedono all’ambulatorio mobile secondo un programma di appuntamenti scadenzato ogni 15’ per evitare assembramenti e dopo aver misurato la temperatura. I volontari e i professionisti di Nontiscordardimé provvedono anche a somministrare un questionario per rilevare eventuali comportamenti a rischio. Quindi, una volta a bordo dell’ambulatorio mobile, gli infermieri del progetto eseguono i test sierologici rapidi per la determinazione qualitativa di anticorpi IgG e IgM anti nuovo Coronavirus 19, attraverso digitopuntura. Il referto viene rilasciato in 10-15’.

     

    Le tappe previste per dicembre sono 12 con l’ultimo appuntamento presso la parrocchia di San Giovanni Battista in Collatino. Gli obiettivi della campagna condotta dall’équipe sociosanitaria di Nontiscordardimé sono molteplici: monitorare la circolazione del virus in un contesto specifico di comunità, come quello delle reti parrocchiali che aderiscono al progetto; garantire al più presto una ripresa in sicurezza delle attività cliniche a bordo; tenere alta l’attenzione e la sensibilizzazione rispetto ai comportamenti da adottare e alle norme di prevenzione da seguire nella popolazione anziana, esposta a rischio di isolamento e alla possibilità di contrarre forme più acute di infezione da Covid-19.

     

    L’impegno di Nontiscordardimé contro il Covid-19 è stato totale in questi mesi così come non si è mai fermata l’attività a sostegno degli anziani. A marzo, in seguito all’emergenza sanitaria, le unità mobili sono state destinate, con procedura d’urgenza, all’esecuzione di test e tamponi rapidi a supporto delle USCAR. Tuttavia, grazie al Servizio di Ascolto e Supporto a Distanza, gli operatori di Nontiscordardimé hanno assicurato un’assistenza capillare agli utenti seguiti nell’ambito delle parrocchie.

     

    In particolare, da marzo fino ad agosto, gli utenti sono stati richiamati per monitorare le loro condizioni, ascoltare le loro necessità, fornire un’adeguata sensibilizzazione rispetto alle normative in materia di contenimento e prevenzione del contagio, effettuare una consulenza medica con il medico competente del progetto, oppure semplicemente per fornire un po’ di compagnia a chi ha affrontato da solo il periodo del lockdown. Inoltre, si è scelto di dare continuità anche alle attività connesse ai gruppi di cammino, attraverso la predisposizione di un servizio di ginnastica a distanza. In circa sei mesi di attività, sono stati raggiunti complessivamente 260 utenti, pari al 75 per cento dei potenziali beneficiari, individuati sulla base di criteri sociosanitari. Rispetto ai 260 utenti raggiunti, circa il 55 per cento, pari a 143 assistiti, ha richiesto l’attivazione di almeno un intervento tra quelli proposti, mentre 117 persone non hanno richiesto alcun intervento. Gli interventi complessivi sono stati 600.

     

    Scarica qui il calendario con gli appuntamenti di dicembre