• 21 dicembre 2020

    OSA I Ragazzi di Panormus, avanti tutta verso l’esordio stagionale

    La società di basket in carrozzina sostenuta dalla Cooperativa sarà impegnata nel campionato di B dal 30 gennaio

    La squadra di basket in carrozzina OSA I Ragazzi di Panormus

    Allenamenti al PalaMangano, partite in famiglia la domenica, allegria e voglia di giocare e divertirsi: OSA I Ragazzi di Panormus, la squadra di basket in carrozzina sostenuta dalla Cooperativa, continua la sua lunga preparazione in vista dell’esordio casalingo nel girone F del campionato di B che avverrà, come da calendario stilato dalla Fipic, il prossimo 30 gennaio alle 16.00 contro Lecce. Il morale in casa Panormus è alto: finalmente si torna a giocare per i punti in classifica  - almeno per quanto riguarda la formazione impegnata nel torneo cadetto - dopo i mesi difficili della pandemia e dello stop imposto a tutte le competizioni federali. Al PalaMangano si suda e si fatica, sempre nel pieno rispetto delle norme sanitarie, con la testa alla prima palla a due della stagione. “Gli allenamenti procedono bene”, spiega coach Maurizio Gambino, il tecnico di OSA I Ragazzi di Panormus, “i giocatori stanno rispondendo nel migliore dei modi a quello che viene loro proposto durante le varie sessioni. Ogni 15 giorni organizziamo anche una partita in famiglia tra la squadra di B e la selezione giovanile per far ritrovare il ritmo gara a tutti gli atleti. L’obiettivo, almeno per i grandi, è quello di essere pronti per la sfida con il Lecce del 30 gennaio al PalaMangano”.

     

    La società palermitana punta come sempre a disputare un ottimo campionato, forte anche della crescita evidenziata lo scorso anno, sia a livello senior che a livello junior, che ha permesso a molti giocatori del team di vestire la maglia azzurra. L’ultima, in ordine di tempo, è Rachele Giglio, cestista della selezione femminile, impegnata proprio in questi giorni negli stage di Tirrenia con l’Italia.

     

    UNA DEDICA SPECIALE. “È bello vedere con quanto entusiasmo i nostri ragazzi stanno vivendo questa ennesima avventura stagionale e di questo dobbiamo ringraziare OSA che ci è sempre stata vicina e ci ha sempre sostenuto in questo progetto umano e sportivo”, aggiunge ancora coach Gambino, “Ora osservare Nicolino e gli altri suoi compagni mentre si allenano e si divertono sul campo ci riempie il cuore di gioia. Tutti noi vogliamo poi augurare una pronta guarigione a Gabriele, uno dei nostri atleti che in questo momento si trova all’ospedale Gaslini di Genova dove sta facendo riabilitazione post operatoria. Lo aspettiamo a braccia aperte”.