• 25 febbraio 2020

    Un mondo migliore con gli studenti di Latina

    Proseguono le proiezioni del corto realizzato dal Centro Diurno OSA ‘Salvatore Minenna’ a Latina

    Nella foto l’aula magna dell’Istituto tecnico statale ‘Vittorio Veneto – Salvemini’ durante l’iniziativa svolta il 17 febbraio scorso

    Proseguono nelle scuole di Latina le proiezioni del cortometraggio animato ‘Un mondo migliore’, realizzato dagli ospiti del Centro Diurno ‘Salvatore Minenna’ insieme agli operatori e agli educatori OSA. Il video, impreziosito dalla colonna sonora della canzone omonima di Vasco Rossi (che ha donato l’utilizzo a titolo gratuito alla Cooperativa), si inserisce in un percorso di attività educative e ricreative dedicate ai temi ambientali che intende aprire al territorio la struttura riabilitativa, che accoglie persone con disabilità di età diverse. Si tratta di una iniziativa che vuole rendere gli ospiti del Centro protagonisti assoluti di un progetto di scambio e di condivisione per migliorare le loro abilità psicofisiche, favorendone l’inclusione e l’integrazione sociale.

    Tre gli appuntamenti svolti in questo mese: Mercoledì 5 febbraio 2020 è stata coinvolta la Scuola media ‘Don Milani’; Lunedì 17 febbraio 2020 è stata la volta dell’Istituto comprensivo ‘Giovanni Cena’. Venerdì 21 febbraio 2020, infine, i protagonisti del Centro Diurno, gestito dalla Cooperativa OSA, hanno fatto visita agli allievi dell’Istituto tecnico statale ‘Vittorio Veneto – Salvemini’ nel capoluogo pontino. In un'Aula magna gremita e attenta, accompagnati per l’occasione anche dal Presidente del Latina Basket, Lucio Benacquista, gli utenti del Centro hanno narrato alcuni passaggi salienti della sceneggiatura del cortometraggio, soffermandosi a condividere con i partecipanti le principali riflessioni in materia di tutela ambientale, suscitate nel corso della loro attività.

     

    “Siamo molto soddisfatti di come i ragazzi delle scuole stanno rispondendo al nostro progetto, c’è sempre grande interesse, partecipazione e curiosità da parte loro”, sottolinea la Coordinatrice OSA del Centro, Ilaria Tagliavia.

    “Il programma dell’iniziativa, che replicheremo in altre scuole della città, prevede innanzitutto una presentazione del Centro e delle attività che si svolgono al suo interno, proiettando un video di interviste.  Si tratta di testimonianze semplici, dirette e assolutamente spontanee da parte degli ospiti, che colpiscono gli studenti perché descrivono efficacemente sia la natura del lavoro svolto dagli operatori, sia l’importanza che questa struttura riveste per le famiglie e per le persone che la frequentano”, prosegue Ilaria Tagliavia.

    “In un secondo momento raccontiamo cosa significa essere una persona con disabilità a partire dalle storie di tutte quelle persone, più o meno celebri, più o meno importanti, che, pur avendo un ritardo o una disabilità fisica, psichica o sensoriale, hanno dato un grande contributo alla collettività, tanto da essere ricordati fino ad ora: Einstein, Bocelli, Bebe Vio sono le biografie su cui ci soffermiamo e che utilizziamo per riflettere insieme”, spiega la coordinatrice OSA.

    “Dopo la proiezione del cortometraggio, gli ospiti del Centro Diurno prendono la parola per raccontare agli studenti i punti salienti del cortometraggio e le principali idee in esso contenute, aiutati dalla educatrice OSA Alessia Lisena. Quindi si lascia la parola alla platea e gli studenti interloquiscono direttamente con i frequentatori dei Centri. Pongono loro domande sulla loro vita, sulle loro emozioni, sui loro desideri. Ad esempio c’è molta curiosità su come gli ospiti dei Centri gestiscono le relazioni interpersonali e anche affettive (‘Siete fidanzati? Lavorate? ‘– sono le domande più frequenti). C’è uno scambio e una voglia di raccontarsi non comune", conclude la Tagliavia, "che squarcia il velo sul mondo della disabilità e aiuta a capire e a capirsi vicendevolmente".

    Agli studenti delle classi che partecipano all’iniziativa, vengono consegnati degli attestati di partecipazione in ricordo della giornata, disegnati appositamente dagli ospiti del ‘Minenna’ nel corso di un laboratorio di pittura. Ogni giornata si chiude con un karaoke collettivo che coinvolge il palco e tutta la platea sulle note del brano ‘Un mondo migliore’, cantato tutti insieme prima di congedarsi.

     

     

    ‘Un Mondo migliore’: i prossimi eventi

    Proseguiranno anche nel mese di marzo gli appuntamenti di socializzazione del Centro “Salvatore Minenna” con la proiezione del cortometraggio ‘Un mondo migliore’ nelle scuole di Latina. Il 2 e il 12 marzo, presso l’Istituto comprensivo ‘Giuseppe Giuliano’ e il 18 marzo all’Istituto comprensivo ‘Da Vinci – Rodari’. Previste anche altre proiezioni a fine marzo e per tutto il mese di aprile con gli studenti delle scuole di Aprilia e della provincia di Latina che si svolgeranno nei locali del Centro Diurno “Salvatore Minenna” in via Mugilla.