Parcheggi per le persone con disabilità, a Milano arriva il “chip” contro le occupazioni abusive

Un sensore segnalerà le soste non regolari direttamente alla polizia locale. Il progetto è stato finanziato dal Ministero delle Infrastrutture

 

Un chip per evitare che i parcheggi per le persone con disabilità vengano occupati da chi non ne ha il diritto. È questo il nuovo progetto del Comune di Milano presentato nei giorni scorsi, in occasione della seduta congiunta delle commissioni Trasporti e Politiche sociali.

D’ora in poi, infatti, tutte le macchine dei disabili saranno dotate di microchip, così da poter essere riconosciute. Le vetture prive di tale dispositivo saranno rilevate grazie a dei sensori posizionati sotto l’asfalto e, accanto ai dispositivi di controllo, vi saranno delle centraline, considerate il cuore del sistema, che, installate vicino ai posteggi, invieranno il segnale alla polizia locale, pronta a intervenire nell’immediato e multare in caso di sosta irregolare.

Un piano necessario, se si pensa che solo a Milano oggi si contano ben 21.307 pass attivi. L'amministrazione, inoltre, sta pensando di rilasciare dei pass temporanei durante i sei mesi dell’Esposizione universale per tutti i visitatori con disabilità motorie.

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti Osa News seguici su Facebook e Twitter o iscriviti alla newsletter usando il box nella colonna di destra.

Network OSA | Mappa del Sito | Contattaci
Copyright © 2010 Operatori Sanitari Associati soc. coop. - Tutti i diritti riservati.
P.IVA 01675771008  |  C.F. 07056830586